Cerca

Lunedì 19 Febbraio 2018 | 13:13

economia

Cofidi: così aiutiamo
le imprese pugliesi

piccola impresa

BARI - Sono 96 i milioni di euro di finanziamenti bancari che verranno erogati, nel corso del 2018, con il sostegno della garanzia Cofidi.it e grazie al contributo dei fondi Por Fesr-Fse 2014-2020 assegnati allo strumento di credito della Cna-Confederazione nazionale dell’Artigianato per agevolare l’accesso al credito bancario delle piccole e medie imprese pugliesi. Le somme erogate aiuteranno tantissime piccole e medie imprese ad innovare, a migliorare la propria attività con investimenti e a supportare le esigenze di liquidità.

Le novità sono state illustrate in un incontro con i giornalisti al quale hanno partecipato, tra gli altri, il direttore Cna Area Metropolitana di Bari, Giuseppe Riccardi,il presidente di Cofidi.it Luca Celi, il direttore generale Cofidi.it Teresa Pellegrino e la dirigente della sezione Competitività e Ricerca dei sistemi produttivi della Regione Puglia, Gianna Elisa Berlingerio.
«Si tratta, in particolare, - è stato sottolineato da Pellegrino - di ben 12 milioni di euro che Cofidi.it si è aggiudicata partecipando al bando regionale, che produrranno un effetto moltiplicatore di grande portata per i finanziamenti alle imprese, pari a circa 96 milioni di euro e una ricaduta sul sistema economico territoriale di enorme impatto a conferma della funzione di servizio che il nostro confidi assolve da anni per aiutare le Pmi ad investire ed in risposta alle loro esigenze di liquidità». «Nel corso del 2018 - ha aggiunto - la Cofidi.It non sarà solo garanzia per le piccole e medie imprese ma potrà direttamente offrire piccoli finanziamenti fino a 25 mila euro a tassi agevolati dal 4 al 6% erogati direttamente alle imprese e ai professionisti da Cofidi per la gestione e la crescita delle imprese».

«E' il successo - ha detto Riccardi - della collaborazione tra noi e la Regione Puglia. Una sinergia che permette alle piccole e medie imprese che investono nell’innovazione e nella ricerca di accedere ai finanziamenti in maniera rapida ed efficace per l’economia del territorio». «Le 12.500 imprese pugliesi soci della Cofidi.it rappresentano la forza del sistema del credito, - ha detto Celi - posizionando la Puglia al quinto posto (dopo Emilia-Romagna, Toscana, Lombardia e Veneto) nell’elenco dei produttori italiani di credito e la collaborazione con la Regione permette sviluppi sempre maggiori». «Il filo conduttore della crescita delle imprese - ha concluso Berlingerio - è che la Regione Puglia crede fortemente nelle proprie imprese e nello sviluppo innovativo e tecnologico che possono produrre grazie ad investimenti mirati».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione