Cerca

Giovedì 22 Febbraio 2018 | 20:03

cerignola

Minacce di morte a Cc
nel Foggiano: arresti

Minacce di morte a Cc nel Foggiano: arresti

CERIGNOLA - Undici persone considerate vicine al clan 'Ditommasò sono destinatarie di misure cautelari nelle quali si contesta di aver rivolto minacce di morte a carabinieri della compagnia di Cerignola: sei sono state arrestate, altre cinque dovranno presentarsi quotidianamente alla polizia giudiziaria.

Le misure cautelari seguono l’episodio verificatosi nella notte tra il 24 e 25 dicembre 2017 quando un equipaggio del Radiomobile dei carabinieri di Cerignola intervenne nel rione san Samuele dove erano state segnalate persone in strada con musica ad alto volume. Al loro arrivo i militari furono accerchiati da numerosi residenti della zona che, con atteggiamenti minacciosi e aizzati dal pluripregiudicato Stefano Ditommaso, minacciarono di morte e aggredirono fisicamente i militari. Non fu possibile procedere al loro arresto in flagranza poiché gli aggressori si diedero alla fuga, approfittando della confusione creatasi e della resistenza passiva di donne e bambini.

Il provvedimento, firmato dal gip del Tribunale di Foggia, ha portato in carcere il pluripregiudicato Stefano Ditommaso, di 49 anni, ritenuto a capo dell’omonimo clan, e agli arresti domiciliari Michele e Antonio Russo, di 50 e 49 anni, Michele Cotugno, Stefano Alberto Biancolillo, e Pasquale Ditommaso, tutti di 28 anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione