Cerca

Mercoledì 21 Febbraio 2018 | 22:22

ad altamura

«No alla violenza sulle donne»
Apre i battenti «LiberaMente»

violenza sulle donne

di ONOFRIO BRUNO

ALTAMURA - Un nuovo presidio a tutela di donne e minori. Avvia le attività il centro antiviolenza «LiberaMente» per l’ascolto, il supporto psicologico e l’assistenza legale delle vittime. È il primo Cav nell’Ambito associato dei servizi sociali che comprende Altamura, Gravina, Santeramo e Poggiorsini.

La sede è ubicata ad Altamura in via Filippo Baldassarre 7 (080/3147053), di fronte al vecchio ospedale «Umberto I». Il taglio del nastro è in programma domani alle 18. La struttura fa capo all’impresa sociale «Sater» di Bari guidata dall’amministratore unico Giuseppe Ceci. Lo staff è tutto al femminile, un’équipe multidisciplinare composto da psicologhe, educatrici professionali, assistenti sociali, avvocatesse, con il coordinamento di Lucia Rifino.

In Puglia la realizzazione di Cav è regolata da una normativa regionale sulla prevenzione e il contrasto della violenza di genere e il sostegno alle vittime. Sono stabiliti i requisiti stutturali e le professionalità idonee a prestare attività di ascolto e accoglienza, assistenza, aiuto e sostegno rivolti a donne sole o con minori che sono vittime di violenza, subita o minacciata, orientandole nella scelta dei servizi territoriali, indirizzandone e favorendone il percorso di reinserimento sociale e lavorativo.

Il Centro intende occuparsi di analisi, prevenzione e realizzazione di interventi, in collaborazione con la coop sociale «Assieme» e il Centro antiviolenza «Riscoprirsi» di Andria. Le vittime verranno seguite durante tutto il percorso per consentire di uscirne e ciò, inevitabilmente, potrà avvenire con la collaborazione e la sinergia con istituzioni, servizi e le varie associazioni del terzo settore.

Per uscire dall’incubo, il primo passo dovrà essere necessariamente la richiesta di sostegno. Il caso sarà affrontato in tutti i suoi aspetti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione