Cerca

Giovedì 22 Febbraio 2018 | 20:04

emergenza criminalità

Da Giovinazzo e Molfetta
sindaci scrivono al Prefetto
«Serve più sicurezza»

Giovinazzo e Molfetta, sindaciscrivono al Prefetto«Serve più sicurezza»

BARI - Emergenza criminalità nel Nord Barese: il sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma, e il sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, hanno scritto una lettera congiunta al Prefetto di Bari per chiedere una presenza più massiccia di forze dell’ordine sul territorio del nord barese.
Alla luce «di una inspiegabile recrudescenza di fenomeni criminali registrata in queste ultime settimane sia a Giovinazzo che a Molfetta», i due sindaci ipotizzano che le bande criminali si stiano spostando nei Comuni limitrofi dopo che è stata decisa una presenza massiccia delle forze dell’ordine nel Comune di Bitonto dopo l’omicidio di Anna Rosa Tarantino, la donna di 84 anni uccisa durante l’agguato avvenuto il 30 dicembre scorso nel centro storico, che aveva come obiettivo dei sicari un 20enne pregiudicato, Giuseppe Casadibari, rimasto ferito e ora divenuto collaboratore di giustizia.

«In queste ultime settimane, all’improvviso, si stanno verificando fatti di cronaca allarmanti per il nostro territorio. - dichiara Tommaso Depalma - Oltre all’incendio di 9 automobili nel giro di sole 48 ore, i carabinieri hanno registrato rapine, furti in appartamenti, spaccate ai danni di esercizi commerciali e furti di auto». «Francamente - prosegue - episodi del genere non si erano mai manifestati in questa maniera così massiccia e in un così breve lasso di tempo. Io e il collega Minervini siamo allarmati, temiamo che ci possa essere una relazione con gli ultimi fatti accaduti a Bitonto e che la malavita, avendo difficoltà ad agire in questo momento in un paese presidiato dalle forze dell’ordine, si stia spostando nei comuni limitrofi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione