Cerca

Venerdì 19 Gennaio 2018 | 12:46

Operazione della Polizia

Bitonto, blitz nel droga market
con le telecamere: un arresto

Sequestrato mezzo chilo di droga, preso un 23enne che monitorava la zona videosorvegliata e che si è accordo dell'arrivo deggi agenti fuggendo con lo stupefacente

Bitonto, blitz nel droga marketcon le telecamere: un arresto

Un arresto e il sequestro di oltre mezzo chilo di sostanza stupefacente tra marijuana, hashish e cocaina il bilancio di una operazione della Polizia a Bitonto, nell'ambito dei controlli straordinari disposti dopo l'omicidio dell'anziana 84enne uccisa per strada nel corso di un agguato fra clan in cui è rimasto ferito un giovane pregiudicato che ora si è pentito. In manette è finito un 23enne addetto a una vera e propria centrale di monitoraggio di un droga market: gli agenti del Commissariato hanno fatto irruzione in uno stabile apparentemente abbandonato, smantellando un’ulteriore base logistica di spaccio, questa volta operante nella cosi detta area del “Ponte”, una delle tre aree di spaccio del centro storico bitontino insieme a quella di Porta Robustina e di San Luca.

Gli uomini della Polizia di Stato, dopo aver circondato l’area nelle prime ore del mattino con l’ausilio del reparto Prevenzione Crimine ed aver sfondato la porta d’ingresso, hanno trovato all’interno una vera e propria “sala di controllo”, la terza riscontrata nel centro storico. Proprio grazie all’ausilio delle telecamere di cui il posto era dotato, l’uomo all’interno, notato l’arrivo delle Forze dell'ordine, ha cercato di fuggire attraverso i tetti portando con se un borsone, dato che la zona era stata circondata dai poliziotti. Vistosi scoperto, ha cercato di disfarsi del borsone lanciandolo all’interno di un terrazzino adiacente, per poi rifugiarsi in un’attigua abitazione dove è stato prontamente raggiunto e bloccato.

Gli Agenti hanno recuperato il borsone ed all’interno hanno rinvenuto circa mezzo chilogrammo di sostanza stupefacente già suddiviso in dosi e pronto alla vendita (marijuana grammi 324, hashish grammi 101, cocaina grammi 20,8). All’interno dell’abitazione sono stati trovati un monitor da 40” su cui confluivano le riprese di 8 telecamere a colori, il cui raggio d’azione inquadrava parte della via Solferino, via Sant’Andrea, via Arco di Cristo, piazzetta Salluzzo, vico Annunziatella e via Germano, vie perimetrali la “piazza” di spaccio in parola. L’arrestato, Mihcele Sabba, è stato trasferito in carcere.

Nelle stesse circostanze, venivano sequestrati o rinvenuti nr. 2 giubbotti antiproiettili di cui uno nell’abitazione di un pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona e l’altro in una pertinenza di una abitazione in via Delle Martiri.
In una abitazione in via San. Luca veniva rinvenuto del materiale esplodente confezionato in alcune bombe carta avvolte in cellophan, non classificate con la relativa denuncia del detentore. Nell’abitazione di un pregiudicato veniva rinvenuta una pistola lanciarazzi che veniva sequestrata e l’uomo denunciato per detenzione illegale.

Sono stati controllati 24 esercizi pubblici, tra cui, in un circolo ricreativo veniva sequestrata sostanza stupefacente del tipo marijuana per circa 20 gr., bilancino di precisione e semi per la coltivazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione