Martedì 19 Giugno 2018 | 21:53

l'industria in puglia

A.A.A., cercasi esperti
per aziende innovative

La ricerca dell'osservatorio IT Distretto informatica: più addetti, ma mancano i profili

lavoro informatica

BARI - Le oltre 1.000 aziende IT (information technology) pugliesi crescono (oltre mezzo miliardo di euro il fatturato complessivo), assumono e investono sempre più risorse in ricerca e sviluppo, ma hanno crescenti difficoltà nel trovare sul mercato del lavoro regionale i profili necessari al loro sviluppo a causa della fuga dei cervelli verso il nord Italia.

È questa, in breve, la fotografia scattata dalla prima ricerca condotta dall’Osservatorio IT del Distretto Produttivo dell’Informatica pugliese (al quale aderiscono imprese, associazioni, consorzi, enti di ricerca e tutte le università regionali) su un campione rappresentativo delle imprese del settore, costituito dalle aziende aderenti allo stesso Distretto.

Dallo studio, realizzato in collaborazione con le Università pugliesi, emerge che queste aziende sono prevalentemente produttrici di software e consulenti di informatica, con un fatturato 2016 di 340 milioni di euro (in crescita del 4,1% rispetto al 2015) realizzato per il 98% in Italia, di cui il 40% nella Puglia. Il settore occupa il 3,7% del totale degli addetti dell’informatica italiana producendo l’1,9% del valore aggiunto totale. Rilevante per il territorio il fatturato per addetto (quasi 100mila euro), estremamente elevata la percentuale del fatturato investita in ricerca e sviluppo, il 34% di cui il 10% finanziato con fondi pubblici. Il dato rispecchia la natura stessa dell’attività produttiva di queste aziende (fatta di sviluppo, analisi e test delle applicazioni, ricerca sui sistemi e sulle reti informatiche), l’unica per alcune delle imprese oggetto dello studio.

«La Puglia – spiega il presidente del Distretto Produttivo dell’Informatica pugliese Salvatore Latronico – ha finalmente un quadro sistematico del settore IT regionale sulla base del quale sviluppare le strategie più utili per sostenere le aziende informatiche, che primeggiano per specializzazione e investimenti in ricerca e sviluppo rispetto agli altri settori produttivi. Si tratta di un comparto consapevole della propria strategicità e che, grazie al Distretto, negli ultimi anni ha avviato azioni per risolvere i due principali problemi che rischiano di frenare la crescita del settore: il reperimento delle professionalità, che vengono formate in Puglia ma che tendono a emigrare perché non conoscono le grandi opportunità che il territorio può offrire loro».

La ricerca sulle aziende del Distretto conferma la continua crescita degli addetti: dai 4.400 circa del 2016, le imprese aderenti contano di chiudere il 2018 superando, per la prima volta, i 5.000 dipendenti, con una crescita del 15%. Si tratta di una realtà importante quella delle imprese dell’IT, capace di assorbire la metà dei laureati annuali nelle università pugliesi (300 su circa 600). Le imprese stanno assumendo principalmente sviluppatori (analisti programmatori e specializzati per il web), tuttavia sono in forte crescita le professioni legate alla cyber security: in particolare crescerà molto la ricerca di esperti in sicurezza (+156%) e di amministratori di rete (+76%).

Qui, però, risiede anche uno dei principali problemi delle aziende: oltre alla fuga dei cervelli, si segnala la persistenza di un gap tra le specifiche professionalità richieste e quelle fornite dai corsi di studio universitari pugliesi in Informatica e Ingegneria attinenti il mondo dell’IT (cinque corsi di laurea triennale e quattro magistrali). Ma si evidenzia anche lo sforzo delle Università per adeguare tempestivamente la propria offerta formativa. Nei relativi corsi sono stati 553 i laureati nell’anno accademico 2016/2017, a fronte delle 937 matricole che hanno portato la popolazione studentesca a un totale di 3.950.

«Su questo fronte – aggiunge Latronico - abbiamo intrapreso il dialogo con le università per migliorare i percorsi formativi e avere finalmente una maggiore aderenza tra domanda e offerta di lavoro. Inoltre abbiamo aperto un proficuo confronto con gli enti, sviluppato le interazioni delle aziende con centri di ricerca e Università, promosso le collaborazioni tra imprese per divulgare le best practice aziendali e lavorare a un prodotto software di qualità».

Alla presentazione dello studio presenti i due responsabili scientifici, il docente di Economia Applicata dell’Università di Foggia Alessandro Muscio e il docente del Dipartimento di Informatica dell’Università degli Studi di Bari Danilo Caivano. Sono intervenuti inoltre i dirigenti della Regione Puglia Adriana Agrimi, della Sezione Ricerca Industriale e Innovazione, Gianna Elisa Berlingerio, del Provveditorato ed Economato, Nicola Lopane della Sezione Programmazione Acquisti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Mancini a Matera: «Il Brasile vincerà il Mondiale»

Mancini a Matera: «Nel 2019 l'Italia qui per giocare una partita»

 
L'ex sindaco di Brindisi condannato a 4 anni e 4 mesi

L'ex sindaco di Brindisi condannato a 4 anni e 4 mesi

 
Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

 
Rangers d'Italia Puglia

Rangers fermano bracconiere e vengono denunciati. Il gip: hanno agito bene

 
Concerto Vasco, sequestri e denunce nei controlli in città

Concerto Vasco, sequestri e denunce nei controlli in città

 
Vieste, uomo ucciso e un ferito a colpi di arma da fuoco

Uomo ucciso e un ferito a colpi di arma da fuoco a Vieste

 
Crac ferrovie Sud-est, chiesto rinvio a giudizio per 18

Crac ferrovie Sud-est, chiesto il rinvio a giudizio per 18 persone

 
Ilva

Ilva, Di Maio: tarantini da garantire
Arcelor: siamo pronti a iniziare

 

MEDIAGALLERY

Mancini a Matera: «Il Brasile vincerà il Mondiale»

Mancini a Matera: «Nel 2019 l'Italia qui per giocare una partita»

 
Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

 
Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

 
Le Pink Bari volano in finale per lo scudetto

La Primavera della Pink Bari vola in finale per lo scudetto

 
Il blitz dei Carabinieri a Bari con oltre 100 arresti

Il blitz dei Carabinieri a Bari con oltre 100 arresti

 
Mondiali robotica, il video spot dei 5 piccoli geni baresi per andare in Canada

Mondiali robotica, il video spot dei 5 piccoli geni baresi per andare in Canada

 
Le emozioni di Vasco:Il meglio del sold out al San Nicola di Bari

Le emozioni di Vasco: il meglio del sold out al San Nicola di Bari

 
Corri di notte con la GazzettaIl 29 c'è la Bari Night Run T-Roc

La corsa notturna Vd
della «Gazzetta»
torna la Bari Night Run

 
Corri di notte con la GazzettaIl 29 c'è la Bari Night Run T-Roc

Corri la sera con la «Gazzetta»: il 29 giugno c'è la Bari Night Run Video

 

LAGAZZETTA.TV

Calcio TV
Heysel, le storie di due superstiti Ferlat e Paradiso

Heysel, le storie di due superstiti Ferlat e Paradiso

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Mondo TV
Domenica la Turchia al voto, Erdogan cerca lo sprint

Domenica la Turchia al voto, Erdogan cerca lo sprint

 
Economia TV
'Chi sono i rider': 50% studenti,1 su 3 lavoratori

'Chi sono i rider': 50% studenti,1 su 3 lavoratori

 
Italia TV
Maturita', tra meditazione e riti scaramantici

Maturita', tra meditazione e riti scaramantici

 
Meteo TV
Previsioni meteo per mercoledi', 20 giugno 2018

Previsioni meteo per mercoledi', 20 giugno 2018

 
Spettacolo TV
La scoperta interiore di Martino

La scoperta interiore di Martino