Cerca

Venerdì 19 Gennaio 2018 | 22:36

tim cup

Il Sassuolo passa
il Bari non ce la fa

stadio mapei di Sassuolo

Il Sassuolo si qualifica per gli ottavi di finale della Tim Cup, dove affronterà l’Atalanta. Nel giorno dell’esordio in panchina di Iachini, i neroverdi battono per 2-1 al Mapei Stadium di Reggio Emilia il Bari nel quarto turno. Decisiva la rete in pieno recupero di Politano. Di Falcinelli e Nenè (rigore) gli altri gol.

Buona la prima per Iachini sulla panchina del Sassuolo. Nella gara 'seccà di quarto turno di Tim Cup con il Bari, i neroverdi sfruttano il campo amico del Mapei Stadium di Reggio Emilia eliminando il Bari con il punteggio di 2-1. A decidere le sorti del match è una gran conclusione di Politano a pochissimi secondi dall’ultimo recupero, evitando così i supplementari e regalando agli emiliani l’ottavo di finale con l'Atalanta. Per il suo debutto sulla panchina neroverde che fu di Bucchi, Iachini preferisce non fare rivoluzioni tattiche in vista della trasferta di domenica a Firenze. C'è turn-over ma resta il 4-3-3, con Sensi a centrocampo e Falcinelli nel bel mezzo del tridente (Matri e Berardi partono dalla panchina). Tra i pugliesi di Grosso, in testa tra i cadetti e in Emilia con la difesa a 3, prima stagionale per il portiere De Lucia e per l’ex laziale Diakhite e per Sabelli, al suo rientro dopo sei mesi.

L’avvio di gara è di marca ospite, tanto che al 2' Pegolo, dopo aver svirgolato il rinvio, deve tuffarsi per dire no ad un tiro insidioso di Basha. Ragusa tenta di dare una scossa ai suoi ma De Lucia resta di fatto inoperoso, il match è equilibrato e, sotto una pioggia sempre più fitta, la differenza di categoria non si percepisce ed i padroni di casa, per passare su ritmi così bassi, avrebbero bisogno di una fiammata. Come accade al 35': buco di Diakhite, Ragusa legge il taglio di Falcinelli, che con un tocco morbido batte De Lucia in uscita.

Nella ripresa, al 3' gran giocata di Ragusa, che prova il sinsitro trovando De Lucia pronto con il piede, mentre al 10' Sensi pecca di precisione direttamente su punizione. Ma è proprio l’ex romanista, al 19', a combinarla grossa, togliendo con una mano la palla in area a Nenè, che poi si incarica della battuta senza lasciare scampo a Pegolo. Uno stacco imperioso ma impreciso di Diakitè al 24', Nenè sfiora il raddoppio da pochi passi a nove minuti dal novantesimo, mentre i neroverdi, che dopo il pari possono contare su Berardi, non sfruttano poco dopo una doppia chance con Missiroli e Politano. I supplementari sembrano inevitabili, anche se Berardi, nel recupero, si fa intercettare d’istinto da De Lucia una volee da applausi ma centrale. Negli sgoccioli del recupero, però, ecco la sberla di sinistro da fuori di Politano, che stende il Bari e manda il Sassuolo tra le braccia dell’Atalanta, alla quale contenderà l’accesso nei quarti di Coppa Italia.

SASSUOLO - BARI 2-1

SASSUOLO (4-3-3): Pegolo 6; Lirola 6.5, Goldaniga 5.5, Acerbi 6, Peluso 6; Mazzitelli 5.5 (29'st Missiroli sv), Sensi 5, Cassata 5.5; Politano 7, Falcinelli 6.5, Ragusa 6 (20'st Berardi 6). In panchina: Consigli, Marson, Cannavaro, Gazzola, Rogerio, Magnanelli, Scamacca, Pierini, Matri. Allenatore: Iachini 6.

BARI (3-5-2): De Lucia 6.5; Cassani 6, Capradossi 6, Diakhitè 5; Sabelli 6 (42'st Scalera sv), D’Elia 5 (10'st Kozak 6), Basha 6, Salzano 5.5, Iocolano 5 (34'st Grevo sv); Brienza 6, Nenè 6.5. In panchina: Berardi, Conti, Floro Flores, Tello, Galano, Anderson, Improta, Busellato, Gyomber. Allenatore: Grosso 6.

ARBITRO: Pillitteri di Palermo 6. RETI: 35'pt Falcinelli; 19'st Nenè (R), 48'st Politano. NOTE: pomeriggio invernale, terreno in discrete condizioni, spettatori 5.000. Ammoniti: Mazzitelli, Peluso, Cassata, Greco. Angoli: 3-2 per il Sassuolo. Recupero: 0'; 3'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione