Cerca

Lunedì 22 Gennaio 2018 | 09:29

Paese in lutto

Carabiniere fa strage a Sava
piccolo sopravvissuto a funerali

IL bimbo di 11 anni per l'addio alle tre persone uccise sabato scorso dal 53enne appuntato dei carabinieri Raffaele Pesare

Carabiniere fa strage a Savapiccolo sopravvissuto a funerali

C'era anche il bimbo di 11 anni sopravvissuto alla strage ai funerali, svoltisi oggi nella Chiesa Madre di Sava, delle tre persone uccise sabato scorso dal 53enne appuntato dei carabinieri Raffaele Pesare. Il militare, attualmente piantonato in stato di arresto al Policlinico di Bari, ha ammazzato suo padre Damiano, di 85 anni, sua sorella Pasana (detta Nella), di 50, e suo cognato Salvatore Bisci (detto Toruccio), di 69, prima di tentare il suicidio sparandosi al mento con la pistola d’ordinanza.

Alla messa funebre, concelebrata dal vescovo di Oria, mons. Vincenzo Pisanello e da don Fernando Mancino, ha partecipato, accompagnato da una parente, il figlio di Toruccio Bisci e Nella Pesare, che si trovava al doposcuola al momento della strage. Presenti anche il sindaco di Sava Dario Iaia (che indossava la fascia tricolore) e il comandante provinciale dei carabinieri Andrea Intermite. Per oggi era stato proclamato anche il lutto cittadino. Raffaele Pesare, secondo gli inquirenti, avrebbe compiuto la strage per dissidi con il cognato in relazione ai proventi della vendita dell’olio dopo la raccolta di olive di un terreno, di proprietà del padre Damiano, che gestiva in società con Bisci. «Preghiamo - ha detto mons. Pisanello - affinchè il nostro Signore accolga questi fratelli tragicamente strappati alla vita».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione