Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 10:34

Taranto

Nel palazzo Santacroce
il centro di accoglienza
per i senza fissa dimora

Nel palazzo Santacroce  il centro di accoglienza  per i senza fissa dimora

TARANTO - Il centro di accoglienza notturno per i senza fissa dimora che avrà sede nel palazzo Santacroce a Taranto ed è stato interamente ristrutturato dall’Arcidiocesi sarà inaugurato domenica prossima alla presenza dell’arcivescovo Filippo Santoro. Si tratta di un imponente edificio ottocentesco che avrà la specifica vocazione di essere luogo di accoglienza per gli indigenti della città. Monsignor Santoro, commentando il pregio dell’edificio, ha sottolineato che «anche i poveri hanno diritto alla bellezza».

I lavori a palazzo Santacroce sono iniziati nel novembre 2015 con il contributo di tutti i sacerdoti, le parrocchie, gli enti e i privati che hanno voluto sostenere monsignor Santoro in questa grande opera. Gli interventi hanno riguardato il consolidamento dei solai in legno e delle strutture murarie verticali, il rifacimento della copertura con opere di isolamento termico, l’installazione dei nuovi infissi, la realizzazione di moderni impianti tecnologici tra cui quello di riscaldamento con collettore solare per la produzione di acqua calda, l’illuminazione completamente a Led, l’inserimento di un ascensore, oltre a tutte le opere più specifiche di restauro che riguarderanno la facciata.

«Vi sono 53 posti letto, in confortevoli camerette - spiega la Diocesi - suddivise in due piani, dove sono posizionate anche le docce e i servizi igienici, la cucina e la sala mensa (70 posti), l’ambulatorio medico attrezzato, la barberia, la sala televisione, gli alloggi per il personale di servizio con 5 lettini, la biblioteca, la direzione e la segreteria». A pian terreno ogni mattina funzioneranno i normali servizi Caritas: centro di ascolto, avvocati di strada, centro antiusura.

I primi ospiti cominceranno ad affluire presumibilmente ai primi di dicembre, dopo valutazione del centro di ascolto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione