Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 01:18

il film fu girato a Trani

«La Trevisan accusa di molestie?»
Il legale della produzione: «assurdo»

Le dichiarazioni a cui si riferisce l'avvocato Michele Cianci, sono quelle dell’attrice Miriana Trevisan la quale, nei giorni scorsi, in un’intervista a 'Vanity fair', ha accusato il produttore esecutivo, Massimiliano Caroletti, di averla molestata insieme al regista Giuseppe Tornatore

Miriana Trevisan

TRANI - «Sconcertanti sono le dichiarazioni della signora Trevisan in relazione ai lavori fatti per il film "Bastardi". A dirlo è l’avvocato Michele Cianci, di Barletta (Bat), che rappresenta la produzione di quella pellicola, e cioè la vedova di Nicolino Matera, Luciana Conti.
Il film fu girato in Puglia, a Trani, nel 2006 e le dichiarazioni a cui si riferisce Cianci, sono quelle dell’attrice Miriana Trevisan la quale, nei giorni scorsi, in un’intervista a 'Vanity fair', ha accusato il produttore esecutivo di quel film, Massimiliano Caroletti, di averla molestata durante le riprese e, al suo diniego, di avere ridimensionato il suo ruolo, da coprotagonista a sordomuta con poche scene. La showgirl napoletana ha accusato di molestie anche il regista Giuseppe Tornatore.

«La signora Trevisan - spiega l’avv.Cianci - non ha fatto alcun provino con il signor Caroletti, in quanto lo stesso non aveva alcun potere nel decidere i ruoli del film, potere attribuito esclusivamente al regista e al produttore Nicolino Matera».
Il legale spiega che l’attrice fu scelta in quel ruolo, di sordomuta, perché le era consono e che non fu Caroletti a deciderlo. Chiarisce, inoltre, che sottoscrivendo il contratto, Trevisan sapeva e aveva accettato il suo ruolo senza essere costretta da alcuno.

La pellicola, girata con l’intento di riprendere il genere cinematografico degli anni Settanta in versione pulp, diretto da Federico Del Zoppo e Andrés Arce Maldonado, aveva nel cast attori quali Franco Nero, Barbara Bouchet, Don Johnson, lo stesso Caroletti e la sua futura moglie, l’ex pornostar Eva Henger, oltre a Enrico Montesano, Giancarlo Giannini e altri.
«Si immagini - sottolinea Cianci - se la signora Trevisan, che aveva recitato solo in due film («La nipote di Barbablù» e «Film D»), poteva non accettare un qualunque ruolo nel film 'Bastardi'».
Sulle presunte avances di Caroletti, poi, l'avvocato riferisce che «era troppo preso dall’amore per la Henger, tanto che spesso Matera lo rimproverava».
Durante le riprese, inoltre, ci furono i festeggiamenti per la promessa di nozze degli attuali coniugi Caroletti - Henger. «Conoscendo la signora Henger - aggiunge Cianci - non le sarebbe sfuggito un tentativo di tradimento del promesso sposo». «Fatte queste precisazioni - conclude - invito e diffido la signora Trevisan a parlare in modo diffamatorio di uno dei suoi tre film, riservandomi di promuovere azione a tutela dei sacrifici fatti da Nicolino Matera e dalla signora Luciana Conti, anch’ella sempre presente sul set di 'Bastardi'».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione