Martedì 17 Luglio 2018 | 01:54

Omicidio durante lite in famiglia

Uccide il padre a coltellate
arrestato 27enne a Brindisi
«Ho difeso mio fratello»

polizia

Il luogo dell'omicidio

BRINDISI - Una banale lite in famiglia nata per la luce del cellulare accesa di notte. La protesta è poi degenerata fino ad arrivare ad una coltellata, una sola all’addome, che ha ucciso Franco Tafuro, di 50 anni. A sferrarla è stato uno dei suoi tre figli, Antonio, di 27 anni, che ha poi tentato di soccorrerlo. Ha chiamato il 118, ma le cure dei medici sono state inutili. Il giovane è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto con l’accusa di omicidio volontario, aggravato dai futili motivi e dal legame di parentela. Sarà interrogato lunedì, lo stesso giorno in cui, su disposizione del pm di turno, Luca Miceli, sarà eseguita l’autopsia sul corpo del padre.

Agli investigatori che lo hanno a lungo ascoltato in presenza del suo avvocato, il giovane ha detto di avere agito per difendere suo fratello più piccolo contro cui il padre stava inveendo per futili motivi. I fatti sono accaduti a Brindisi, in via Favia, al rione Cappuccini, in una casa sprovvista di energia elettrica dove la vittima viveva con la moglie e i tre figli. L’allarme è giunto alla polizia attorno alla mezzanotte. Quando gli agenti della sezione volanti sono arrivati, dalla strada si sentivano ancora le grida e la vittima era ancora per terra. La dinamica è stata poi ricostruita al termine di un lungo interrogatorio in questura, sostenuto dal parricida reo confesso dinanzi agli agenti della Squadra mobile. Antonio Tafuro ha confessato, spiegando però di non aver avuto l'intenzione di uccidere suo padre, ma di essere intervenuto per difendere il fratello più piccolo con cui l’uomo stava litigando per una ragione banale.

La dinamica dovrà essere ricostruita con precisione, ma gli investigatori ritengono comunque credibile la versione resa dall’indagato che è stato sottoposto a fermo (il pm ha ritenuto sussistente il pericolo di fuga) ed è ora rinchiuso nel carcere di Brindisi. Il pm ha ritenuto necessario il conferimento dell’incarico per l’autopsia, esame attraverso il quale saranno accertate le cause della morte del 50enne, che è morto dopo l'arrivo nell’ospedale Perrino. A quanto appurato dai poliziotti il figlio avrebbe usato un coltello da cucina che è stato trovato, ancora insanguinato, e sottoposto a sequestro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
Lecce, dodicenne cade nella grotta della Poesia: salva per miracolo

Lecce, dodicenne belga cade nella grotta della Poesia: salva per miracolo

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Figc, il titolo di serie D al sindaco«I primi di agosto dia un nome»L'ipotesi dell'iscrizione in C

Figc, il titolo di serie D al sindaco
«I primi di agosto il nome di un club»
L'ipotesi di un «lodo Bari» per la C

 
Palagiustizia Bari, per i penalisti il decreto legge è incostituzionale

Palagiustizia Bari, per i penalisti il decreto legge è incostituzionale

 
Nuova sede Palagiustizia Bari

Palagiustizia, magistrati al Ministero: «Chiarezza sulla nuova sede»

 
Bari, Giancaspro si dimette: trattativa ancora poco chiara. Alle 18 game over

Bari, salta l'ultima trattativa. E' fallimento
Muore il calcio dopo 110 anni di storia
Decaro: brutto giorno. Il giallo del tedesco

1commento

 

GDM.TV

Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 
Auto contro scooter sulla ss100: morto un 62enne

Auto contro scooter sulla ss100: morto un 62enne

 

PHOTONEWS