Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 22:27

A Oria il 28 maggio 2016

Morì cadendo da cupola chiesa
chiesto processo per il parroco

Truffa parroco del suo paesetarantina condannata a 2 anni

BRINDISI - Per la morte di un uomo di 44 anni, salito sulla cupola di una chiesa di Oria (Brindisi) per fotografare gli addobbi preparati in vista di una festa religiosa, la procura di Brindisi ha chiesto il rinvio a giudizio per il parroco, don Francesco Sternativo, e per lo zio della vittima Michele Barletta. Per entrambi l’accusa è di omicidio colposo.

I fatti risalgono 28 maggio del 2016: la vittima, Massimiliano Iunco, fu soccorso e portato in ospedale dove morì per le ferite riportate nella caduta.

Secondo il pm, Raffaele Casto, il prete gli avrebbe concesso di salire sulla cupola, nonostante la scala usata non fosse idonea. Il parente invece, reggeva la scala non garantendo così la sicurezza dell’uomo. Per la procura e per i carabinieri che hanno condotto le indagini, vi sarebbero state all’interno della parrocchia di San Francesco di Paola carenze in termini di sicurezza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione