Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 09:34

innovazione

Con 30 milioni la Regione Puglia
finanzia 24 progetti e 107 ricercatori

innovazione

BARI - Tutela e monitoraggio dell’ambiente, assistenza agli anziani, educazione alimentare, micro, nano e biotecnologie per il monitoraggio domestico e per la prevenzione e la gestione della malattia e della cura, materiali avanzati per l’innovazione del sistema produttivo regionale: sono alcune aree di lavoro nelle quali si cimenteranno i 24 progetti finanziati dal bando Innonetwork con una prima dotazione di circa 30 milioni di euro.
«Siamo molto soddisfatti della qualità dei progetti presentati e in particolare dei 62 ritenuti ammissibili - dichiara in una nota l’assessore regionale della Puglia allo Sviluppo economico, Michele Mazzarano - ma bisogna apprezzare anche il lavoro svolto dalla struttura regionale e da InnovaPuglia per aver concluso l'istruttoria del bando in tempi rapidi. È stato un grande processo di ascolto delle esigenze del territorio che ha portato ad un risultato di certificata qualità e ha garantito condizioni di assoluta trasparenza dell’attività amministrativa».

Mazzarano si è detto soddisfatto soprattutto «di poter garantire 18 mesi di attività a tempo pieno a 107 nuovi ricercatori che saranno impegnati nello sviluppo delle soluzioni innovative già finanziate». Una cifra che l’esponente regionale si augura di poter raddoppiare presto aumentando la dotazione di risorse del bando. «La nostra priorità è l’occupazione - ha ricorda Mazzarano - e per questo motivo faremo ogni sforzo per reperire ulteriori risorse che ci permettano di scorrere la graduatoria e finanziare il maggior numero di progetti tra quelli ritenuti ammissibili».

In questi mesi, sono state esaminate attentamente le 117 candidature pervenute e 62 tra di esse sono state ritenute ammissibili a finanziamento. I progetti già finanziati svilupperanno un volume di spesa di oltre 41 milioni di euro delle 146 imprese interessate. Nel partenariato dei progetti sono stati coinvolti 11 centri di ricerca pubblici, distribuiti in 49 partecipazioni alle iniziative, e due organizzazioni di ricerca private per cinque partecipazioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione