Domenica 24 Giugno 2018 | 13:30

polemiche

«La mamma di Nicolina
doveva restare ad Ischitella»

«La mamma di Nicolinadoveva restare ad Ischitella»

BARI - Nicolina Pacini, la 15enne uccisa con un colpo di pistola in faccia sparato dall’ex compagno della madre lo scorso 22 settembre a Ischitella (Foggia), «doveva essere protetta» dice il legale della famiglia, che addossa le responsabilità relative all’affidamento e alla tutela della minore ai servizi sociali e ai Tribunali minorili di Firenze e Bari. Ma dal capoluogo pugliese il presidente del Tribunale per i Minori, Riccardo Greco, replica ricordando che Nicolina e suo fratello erano stati affidati ai servizi sociali con la madre presso i nonni, sostenendo che «l'unica ad aver violato quel provvedimento è proprio la mamma, che li ha lasciati ed è andata via», tornando a Viareggio.

In un botta e risposta a distanza, il legale della famiglia di Nicolina, l’avvocato Gelsomina Cimino, insiste sul fatto che l'ultimo provvedimento emesso dal Tribunale per i Minorenni di Firenze nell’ottobre 2013 «consacra la responsabilità dei servizi sociali e dei Tribunali». «Nicolina - dice l’avvocato Cimino - doveva essere protetta e quella mattina non doveva trovarsi là dove ha incontrato l’assassino già denunciato e già conosciuto per i suoi gesti estremi».
Prima che i bambini si trasferissero con la mamma in Toscana era stato il Tribunale per i Minorenni di Bari ad occuparsi di Nicolina e di suo fratello, disponendo il collocamento in comunità a Viareggio. Lo stesso Tribunale si era poi dichiarato incompetente nel 2012 proprio «sul presupposto - si legge in un successivo provvedimento della magistratura minorile toscana - che i minori fossero collocati presso la comunità di Viareggio».

In realtà, ricostruisce il Tribunale per i Minorenni di Firenze, «dal novembre 2011 la madre si era allontanata con i figli recandosi dai propri genitori» a Ischitella. Nell’ottobre 2013, quindi, il Tribunale per il Minorenni di Firenze aveva disposto l'affidamento dei minori ai servizi sociali di Ischitella e il loro collocamento con la madre presso la residenza dei nonni materni. Aveva conseguentemente dichiarato la propria incompetenza (essendo i bambini tornati in Puglia), incaricando i servizi sociali di Ischitella di rivolgersi alla magistratura minorile di Bari qualora la situazione avesse richiesto «la revoca o la modifica del presente provvedimento». Questo avveniva quando Antonio Di Paola, il 37enne che ha ucciso Nicolina e si è suicidato, ancora non frequentava la mamma. La madre poi, dopo la fine della relazione con Di Paola, era tornata in Toscana, mentre i bambini erano rimasti con i nonni a Ischitella. «Della successiva situazione di pericolo - spiega il presidente Greco - il Tribunale per i Minorenni di Bari non è mai stato informato». (di Isabella Maselli, ANSA) 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Anziana scippata cade e batte la testa

Anziana scippata cade e batte la testa

 
una colorata ambulanza per bambini

Si mette in moto a Lecce la nuova «Bimbulanza»

 
Andrea con la moglie

Andrea, operaio ex Om da 7 anni senza lavoro. «Da 15 mesi vivo per strada»

 
Puglia, alle urne in 11 città Tutto quello che c’è da sapere

Puglia, alle urne in 11 città
Tutto quello che c’è da sapere
Bassa l'affluenza alle 12

 
Turisti svedesi salvati dal bagnino a Peschici, Guardia Costiera li recupera tutti

Turisti svedesi salvati dal bagnino a Peschici, Guardia Costiera li recupera tutti

 
Auto del sindaco in fiamme: 26enne si costituisce

Auto del sindaco in fiamme: 26enne si costituisce

 
Impresa della Pink Bari Primavera battuta la Juve 4-3 all'ultimo respiro

Scudetto alla Pink Bari Primavera
battuta la Juve 4-3 all'ultimo respiro

 
Il nuovo ospedale di Andria avrà 400 posti letto

Il nuovo ospedale di Andria avrà 400 posti letto

 

MEDIAGALLERY

Scudetto alla Pink Bari Primavera, è festa grande a Firenze

Scudetto alla Pink Bari Primavera, è festa grande a Firenze

 
Impresa della Pink Bari Primavera battuta la Juve 4-3 all'ultimo respiro

Scudetto alla Pink Bari Primavera
battuta la Juve 4-3 all'ultimo respiro

 
Apricena, una discarica abusiva in pieno parco

Apricena, trovata una discarica abusiva in pieno parco

 
Il vincitore di Sanremo Ermal Meta canta in barese

Il vincitore di Sanremo Ermal Meta canta in barese

 
Confiscati beni per 30 mln fatti con un sequestro degli anni '80

Confiscati beni per 30 mln fatti con un sequestro degli anni '80

 
Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città, invisibili ai turisti

Lecce da «barocca» a «impacchettata»: in restauro due simboli della città

 
La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

 
Rapina all'Auchan di Taranto, panico tra la gente

Rapina all'Auchan di Taranto, arrestati un 18enne e un 16enne incensurati Vd

 
Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

 
Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

 
Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

 

LAGAZZETTA.TV

Italia TV
Ballottaggi:timori M5S per exploit Lega

Ballottaggi:timori M5S per exploit Lega

 
Calcio TV
Baresi e Albertini al memorial Freti

Baresi e Albertini al memorial Freti

 
Economia TV
Fisco spacca minuto, arriva il salta file

Fisco spacca minuto, arriva il salta file

 
Mondo TV
WhatsApp contro spam e fake

WhatsApp contro spam e fake

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 12

Ansatg delle ore 12

 
Spettacolo TV
Fuga dall'isola del Diavolo

Fuga dall'isola del Diavolo

 
Meteo TV
Previsioni meteo per domenica, 24 giugno 2018

Previsioni meteo per domenica, 24 giugno 2018

 
Sport TV
Tortu batte Mennea

Tortu batte Mennea