Cerca

Trani

Falsi allarme bomba
denunciato un 50enne

artificieri

Il suo hobby era telefonare al centralino dell'Amet Trani e segnalare la presenza di bombe pronte a esplodere. Un malvezzo che a quanto pare avrebbe coinvolto anche altri uffici istituzionali. Alla fine, però, la Polizia è riuscito a identificarlo e denunciarlo. Si tratta di un 50enne tranese, con precedenti di polizia, che dovrà rispondere di interruzione di pubblico servizio e procurato allarme.
Nei mesi di novembre e dicembre 2015 con cadenza settimanale il predetto ha effettuato numerose chiamate anonime al centralino dell’Amet spa e anche ad altri uffici istituzionali, segnalando la presenza di ordigni pronti ad esplodere. Ad ogni allarme inevitabilmente è seguito lo sgombero degli uffici della società di dipendenti ed utenti e l’intervento degli uomini del locale Commissariato di P.S. e del personale della Squadra artificieri e cinofila della Questura di Bari.
Il personale della Squadra di P.G. del locale Commissariato attraverso una intensa attività investigativa e tecnica è riuscito ad individuare il 50enne, ponendo così termine ai falsi allarmi telefonici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400