Domenica 22 Luglio 2018 | 13:06

interrotta energia elettrica

Pala eolica si «sgretola»
e finisce sul traliccio Enel

Devastata da quello che dovrebbe essere il suo «carburante»: il vento. Una delle tante pale eoliche che giganteggiano sui monti a ridosso di Potenza è andata letteralmente in frantumi la notte tra venerdì e sabato

pala eolica distrutta dal vento

di MASSIMO BRANCATI

POTENZA - È accaduto di nuovo. Devastata da quello che dovrebbe essere il suo «carburante»: il vento. Una delle tante pale eoliche che giganteggiano sui monti a ridosso di Potenza è andata letteralmente in frantumi la notte tra venerdì e sabato scorso. La zona è contrada Casone Cugno, al confine tra il capoluogo e Brindisi di Montagna: le eliche sono diventate schegge impazzite, finendo la loro corsa sui fili dell’alta tensione e determinando il black out che ha interessato complessivamente una ventina di famiglie della zona. «Il vento non è stato così forte come altre volte», spiega un agricoltore che ha il proprio terreno a pochi metri dall’aerogeneratore distrutto. Ciò significa che per Eolo è stata una notte di «normale amministrazione», nulla di straordinario. Eppure quella pala sembra essere stata massacrata da un tifone.

Per fortuna le grosse eliche non sono arrivate alle villette sparse lungo tutta l’area. Sarebbe stata una tragedia. Scampato il pericolo, il vero problema per i residenti è la mancanza di energia elettrica, considerando soprattutto che nella contrada ci sono piccole aziende agricole alle prese con congelatori in «stand by». Troppe ore senza luce significa mettere a rischio prodotti raccolti e conservati. Sul posto i tecnici dell’Enel alle prese con i brandelli dell’aerogeneratore piombati sui tralicci. Una corsa contro il tempo per cercare di ripristinare al più presto l’energia elettrica (l’erogazione è ripresa intorno alle 11.30 di ieri mattina). Tra i primi ad essere allertati dagli agricoltori della zona l’ex assessore comunale di Potenza Nicola Lovallo che da tempo insiste sulla necessità di garantire controlli nel settore dell’eolico, attraverso una commissione istituzionale, per evitare il proliferare selvaggio degli impianti e vigilare sugli aerogeneratori già esistenti, alcuni dei quali, evidentemente, avrebbero bisogno di manutenzione e di controlli accurati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Scandalo sanita in BasilicataPittella resta, giunta con poteri

Scandalo sanita in Basilicata
Pittella resta, giunta con poteri

 
Il Lecce si gode un super Falco: primo gol per mister Liverani

Il Lecce si gode un super Falco: primo gol per mister Liverani

 
Foggia, primo stop dal ParmaGrassadonia: difficoltà previste

Foggia, primo stop dal Parma
Grassadonia: difficoltà previste

 
Lecce, incendio fa strage di animaliin allevamento: morte oltre 400 bestie

Lecce, incendio fa strage di animali
in allevamento: morte oltre 400 bestie

 
Maturità, Puglia prima per 100 e lodeDa noi 1.066 superbravi su 6mila in Italia

Maturità, Puglia prima per 100 e lode: 1.066 superbravi su 6mila in Italia

 
Marchionne, le 3 viste a MelfiSindacati divisi sul giudizio

Marchionne, le 3 viste a Melfi
Sindacati divisi sul giudizio
Maldarizzi: conosceva a memoria i prezzi dei concorrenti

 
Ilva, Procura Taranto: rispettate40 prescrizione su 42: archiviareaccuse per commissari e tecnici

Ilva, Procura Taranto: rispettate
40 prescrizioni su 42: archiviare
accuse per commissari e tecnici

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS