dati coldiretti

Puglia, in aumento
i giovani agricoltori

Le imprese «under 35» crescono del 6,6%: c'è un boom soprattutto a Bari e a Foggia

giovane agricoltore

BARI - Nel primo semestre 2017 in Puglia le imprese agroalimentari «under 35» sono cresciute di un ulteriore 6,6%. Lo dicono i dati di Unioncamere: 5.544 giovani agricoltori che hanno creduto in una attività tradizionale nonostante la crisi.

La provincia di Bari, con una crescita del 7,2% rispetto al totale dell’agroalimentare pugliese e 2.054 giovani agricoltori in più nel primo semestre 2017, e quella di Foggia, con un aumento del 6,5% e una crescita in valori assoluti di 1.713 imprese under 35, sono nella top ten nazionale, «a testimoniare - secondo Coldiretti Puglia - il processo di svecchiamento che il settore agricolo sta vivendo da anni. Tutto ciò è avvenuto quando ancora non era operativo il bando del Psr Puglia destinato alle giovani imprese agricole».

«Tra questi nuovi giovani agricoltori - dice il presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele -, ben la metà è laureata, il 57 per cento ha fatto innovazione, ma soprattutto il 74 per cento è orgoglioso del lavoro fatto e il 78 per cento è più contento di prima. La scelta di diventare imprenditore agricolo è, peraltro, apprezzata per il 57 per cento anche dalle persone vicine, genitori, parenti, compagni o amici».

Attraverso i bandi del Piano di sviluppo rurale - prosegue Coldiretti Puglia - altri 2.200 giovani agricoltori pugliesi otterranno un sostegno per la ristrutturazione o l'ammodernamento delle loro aziende. Più di 1.700 aziende agricole riceveranno sostegni per la partecipazione a regimi di qualità, a mercati locali e filiere corte, potendo investire nel settore della trasformazione e della commercializzazione di prodotti agricoli.

La Gazzetta del Mezzogiorno.it