Martedì 14 Agosto 2018 | 21:20

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Il 22 giugno nel Reggiano

Rapinarono ufficio postale
quattro arresti a Cerignola

Rapinarono ufficio postale quattro arresti a Cerignola

REGGIO EMILIA - 'Pendolarì, a loro modo, tra la Puglia e l’Emilia, per mettere a segno un colpo, lo scorso 22 giugno, ai danni dell’ufficio Postale della frazione Calerno di Sant'Ilario d’Enza, nel Reggiano. Protagonisti della vicenda - si legge in una nota - quattro uomini tutti residenti a Cerignola, nel Foggiano, arrestati dai Carabinieri con l’accusa di concorso in rapina aggravata.
I quattro - un 46enne e un 21enne, padre e figlio oltre a un 27enne a un 30enne - sono stati bloccati all’alba dai militari reggiani insieme ai colleghi del comando provinciale di Foggia che hanno eseguito i provvedimenti cautelari, di natura restrittiva, emessi dal Gip del Tribunale di Reggio Emilia su richiesta della Procura della Repubblica.

Sugli indagati sono ora rivolte le attenzioni degli uomini dell’Arma per accertare una eventuale loro responsabilità in analoghi colpi commessi in Emilia-Romagna ed altre regioni. L'arresto è legato ai fatti avvenuti lo scorso 22 giugno quando due componenti della banda, col viso coperto, hanno terrorizzato gli avventori dell’ufficio postale del Reggiano con urla e minacce, prima di strattonare la direttrice per farle aprire la cassaforte e poi rinchiuderla in un locale attiguo alla camera blindata, impossessandosi di 1.500 euro.

I due, si erano dileguati a bordo di un’auto condotta da un complice che li attendeva nei pressi e con a bordo il 'palò. Le indagini condotte dai Carabinieri hanno permesso di appurare come l’auto usata per la rapina fosse in uso abituale a uno dei quattro e, poi, di risalire alle presenze in strutture alberghiere avvenute nei mesi precedenti per i sopralluoghi prima della rapina. Le ricognizioni fotografiche eseguite con i testimoni rintracciati dai Carabinieri hanno avvalorato ulteriormente i riscontri a carico dei quattro rapinatori che, dopo la rapina, si erano dati alla fuga dividendosi tra Autostrada e vie secondarie, per poi ricongiungersi a Cerignola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

ponte crollato genova

«Ero a 100 metri dal ponte che si sbriciolava, io sono un miracolato»

 
ponte Morandi

Il ponte prima e dopo il crollo
Reazioni e cordoglio sui social

 
Bar, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

Bari, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

 
Palagiustizia di Bari: Bonafede revoca l'ok alla sede di Via Oberdan

Palagiustizia Bari: Bonafede revoca sede di Via Oberdan. I penalisti: meglio tardi che mai

 
Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

Crollo ponte a Genova: Conte rinvia la visita a Volturara

 
Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Il Sud e il futuro del centrodestra:i temi roventi di Everest 2018

Il Sud e il futuro del centrodestra: i temi roventi di Everest 2018

 
Romano: «Gruppo Leu in Regione?Per ora è un'ipotesi letteraria»

Romano: «Gruppo Leu in Regione? Per ora è un'ipotesi letteraria»

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS