Cerca

Sabato 16 Dicembre 2017 | 12:00

Arrestato un 43enne

Lucera, «Ora ti ammazzo»
Picchia moglie e bimbo 2 anni

I militari sono intervenuti dopo l'ennesima aggressione nei confronti della donna e del piccolo

Maltrattamenti in famiglia arrestato 2 volte in 2 giorni

I Carabinieri di Lucera hanno arrestato per maltrattamenti in danno di familiari, un 43enne incensurato del posto. L'accusa è di aver usato violenze verbali e fisiche nei confronti della moglie e del figlio di appena due anni.

Gli uomini dell’Arma sono intervenuti presso l’abitazione della famiglia a seguito di un’accorata richiesta di aiuto della donna che, provata e spaventata dalle continue angherie cui era costretta a sottostare, nel corso dell’ennesimo litigio ha deciso di rivolgersi ai militari: giunti sul posto, hanno bloccato il 43enne mentre stava per colpire la consorte e il bambino, cui aveva già provocato escoriazioni e tumefazioni in volto.

Alla vista dei Carabinieri l’uomo non ha affatto placato le sue ire. Lo stesso ha infatti iniziato ad inveire contro i militari, minacciando la donna con frasi del tipo "Ti ammazzo! Sono disposto a farmi 30 anni di galera".

I Carabinieri, una volta accompagnato l’uomo presso la caserma di Via San Domenico, hanno potuto ricostruire la vicenda, accertando cometali violenze fossero all’ordine del giorno. In più circostanze, infatti, sia la donna che il bambino avevano dovuto ricorrere alle cure di personale sanitario a seguito delle aggressioni subite. Il 43enne è stato trasferito in carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione