la competizione in italia e bulgaria

Pallavolo, anche Bari sarà sede
del Mondiale maschile 2018

pallavolo

ROMA - Da Roma, passando per Firenze, Milano, Bari e Bologna, con il sogno nel cassetto per gli Azzurri di arrivare alla fase finale di Torino. Sono le sei città che ospiteranno i mondiali di pallavolo maschile in programma dal 10 al 30 settembre 2018: a svelarle il presidente della Fipav, Bruno Cattaneo, in occasione della presentazione del torneo iridato che l’Italia organizzerà con la Bulgaria (Sofia, Varna e Ruse) dopo l’esperimento degli Europei del 2015.

Per la terza volta (dopo il 1978 e il 2010) la competizione approda nel Belpaese, forte anche dell’esperienza dei mondiali femminili del 2014: «Questo importantissimo risultato è frutto di un gioco di squadra di tutte le amministrazioni», dice il ministro per lo Sport, Luca Lotti. Svelata anche la formula: 24 nazionali qualificate, 4 gironi iniziali formati da 6 squadre ed equamente divisi tra Italia e Bulgaria. La gara-prologo si giocherà a Roma il 9 settembre, mentre Torino sarà teatro della fase finale: ultimi due gironi da tre squadre ciascuno, semifinali e finali.

«Sarà un grande successo e mi aspetto in tutte le città il tutto esaurito», dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò. Il presidente del Comitato organizzatore dei mondiali, Carlo Salvatori, fa notare che «le ricadute positive interessano tutto il paese», mentre il numero uno della Fipav, Cattaneo, ha evidenziato che anche grazie a eventi come i Mondiali da disputare in casa «la pallavolo è uscita dal suo piccolo bacino, non accetto quindi l’etichetta di 'sport minorè».

All’evento hanno preso parte i rappresentanti di tutte le amministrazioni coinvolte. Pietro Petruzzelli (Assessore allo Sport Comune di Bari): "Questo è un evento davvero importante che riportiamo a Bari a distanza di pochi anni dal mondiale femminile. Sarà la conclusione di un lungo e intenso anno in cui a Bari ci sarà la grande pallavolo della SuperLega con la New Mater di Castellana Grotte per preparare al grandissimo volley la città di Bari. Stiamo iniziando a fare l'abitudine ad ospitare questi grandi eventi, lo facciamo con piacere perchè siamo convinti che facendo questo si può parlare di turismo sportivo e la città di Bari c'è. I prossimi mondiali a Bari saranno sicuramente una grande festa, con un pubblico delle grandi occasioni che ha sempre risposto presente. Sono convinto che insieme alla Federazione e a tutte le nazionali che arriveranno a Bari, sapremo coinvolgere la città non solo riempendo il palazzetto ma anche provando ad organizzare qualcosa in giro per la città per dare l'idea che questa grande organizzazione lasci anche qualcosa nei ricordi di tutti i cittadini e non solo degli sportivi. Vi aspettiamo a Bari con l'invito di rimanere anche qualche giorno in più rispetto all'evento sportivo approfittando delle splendide giornate che Bari ha nel mese di settembre".

Prossimo appuntamento, il 30 novembre a Palazzo Vecchio a Firenze dove si svolgerà il sorteggio.

IL FORMAT DELLA COMPETIZIONE

Il Campionato del Mondo maschile si disputerà in Italia ed in Bulgaria e si articolerà in quattro fasi distinte.

Prima fase
Le 24 squadre classificate verranno suddivise in quattro pool da 6 squadre (due si giocheranno in Italia e due in Bulgaria), che si disputeranno con il round robin (60 match complessivi).
Al termine della prima fase la 5 e la 6 classificata di ogni raggruppamento verranno eliminate.
Le prime quattro di ogni girone accederanno alla seconda fase conservando i punti conquistati in tutti e cinque gli incontri disputati.

Seconda Fase
Le sedici squadre rimaste in gara verranno suddivise in quattro pool (2 si giocheranno in Italia e 2 in Bulgaria) da quattro squadre, che si disputeranno con il round robin (24 match complessivi).
Alla conclusione degli incontri verranno stilate delle classifiche delle quattro pool, che terranno conto dei punti conquistati da ogni singola squadra nella prima e nella seconda fase.
Le quattro vincitrici delle pool della seconda fase accederanno alla terza fase, insieme alla migliore delle seconde dei raggruppamenti italiani ed alla migliore delle seconde dei raggruppamenti bulgari.

Terza fase
Le sei squadre rimaste in lizza verranno suddivise tramite sorteggio in due pool da 3 squadre che si disputeranno con il round robin (6 match complessivi).
Le prime due di ciascuna pool accederanno alla quarta fase.

Quarta fase
Le quattro squadre rimaste gara si affronteranno nelle classiche semifinali incrociate e nelle finali per la medaglia di bronzo e per il titolo Mondiale.

La Gazzetta del Mezzogiorno.it