Cerca

Domenica 21 Gennaio 2018 | 11:26

appuntamento domenica

Biccari, sulle rive del lago
il meeting di astrofisici

lago di biccari

di DINO DE CESARE

BICCARI (FG) - Straordinario evento astrofisico domenica 3 settembre sul lago Pescara in territorio di Biccari, organizzato dal Centro studi naturalistici in collaborazione con il Gruppo astrofili dauni, nell’ambito del progetto Apulian Higland Sloways-InPuglia365. «Appuntamento nella splendida cornice del lago Pescara, nel sito di importanza comunitaria Monte Cornacchia-Bosco di Faeto, per una serata “a testa in su”, una serata priva di inquinamento luminoso della città, sarà possibile dare uno sguardo ad una stupefacente bellezza spesso non considerata – affermano gli organizzatori in un comunicato – e il cui tema principale sarà quello di affacciarsi in un mondo segreto e spesso dimenticato. Il nostro cielo, compatibilmente con quanto sarà possibile vedere in questo periodo, sarà indagato attraverso gli strumenti tecnici di qualità e l’esperienza del Gruppo astrofili dauni che introdurranno alla tematica e ci faranno osservare ciò che ad occhio nudo è impossibile da vedere. La circostanza di trovarsi nel cuore del sito di importanza comunitaria sarà anche occasione per spiegare le peculiarità naturalistiche del luogo con l’ausilio di un esperto naturalista, ad iniziare proprio dal lago Pescara, unico lago di acqua dolce di origine naturale della Puglia. Un piacevole momento di ristoro concluderà la serata».

L’appuntamento-laboratorio inizierà alle ore 20 e, secondo quanto comunicato dal Centro studi, sarà a numero chiuso in ordine di prenotazione per un massimo di 30 persone. Le prenotazioni potranno avvenire entro le ore 12 di sabato 2 settembre presso i seguenti recapiti: Call Center: English tel. +39 328 316 0756; Italiano tel. +39 349 978 5523; e-mail: inpuglia365@centrostudinatura.it. Per seguire l’evento, dal Centro studi viene consigliato un abbigliamento “a strati”, considerato di trovarsi alle maggiori altitudini regionali; sono utili anche gli scarponcini da trekking.

Il lago Pescara, la location scelta dagli astrofili dauni per l’esperimento, è una delle più suggestive aree turistiche di Puglia e di Capitanata comprendente anche il bosco della Cerasa e il monte Cornacchia, la vetta più alta della regione con i suoi 1.152 metri. In quest’area naturale estesa per 600 ettari e ricca di boschi dove si può trovare il tartufo tipico del posto, lo scorzone, i visitatori possono fruire di zone attrezzate per il pic-nic, maneggi, punti ristoro, alberghi e altre strutture che permettono di immergersi totalmente nel relax e nella bellezza della natura di questa zona della Puglia, raggiungibile dalla provinciale Lucera-Biccari-Roseto o direttamente dall’abitato di Biccari da un percorso che porta direttamente al lago.

Appuntamento con la scienza ma anche un interessante momento di promozione territoriale. L’ambiente naturale scelto dagli astrofili di capitanata può aprire le porte anche per ospitare altre manifestazioni di carattere scientifico-amb ientale. Momenti propedeutici per far conoscere l’area interessata e dare la possibilità a queste zone a ospitare nuovi visitatori. A cui potrebbero aggiungersi anche altre persone interessate da questi e altri momenti.

Va in questa direzione l’inziativa del Centro studi naturalistici non nuovo a questi progetti per promuovere il territorio. Un appuntamento a cui i Monti dauni hanno ancora una volta aperto le porte di casa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione