Sabato 21 Luglio 2018 | 22:56

primo bilancio

Flop multe a prostitute e clienti
Potenza, una sola sanzione

Degrado c’era e degrado c’è. Ma la situazione sta ulteriormente peggiorando perché nella girandola si annidano anche minorenni

prostituzione

di MASSIMO BRANCATI

POTENZA - L’obiettivo era quello di «ripulire» l’area dalle prostitute. Ma quanto sta accadendo nella zona industriale di Potenza ci dice che il progetto sta miseramente fallendo. La recente ordinanza del sindaco di Potenza, Dario De Luca, per tentare bloccare il «mercato del sesso» su strada (multe fino a 500 euro sia per le «lucciole» che per i clienti, basta avvicinarsi e la sanzione scatta) non sembra aver scalfito il fenomeno. In quasi due mesi (il provvedimento è entrato in vigore a luglio) è scattata una sola sanzione di 350 euro comminata dai carabinieri a un cittadino attempato sorpreso a parlare con una «lucciola».

A giudicare da quanto sta accadendo a ridosso della stazione delle autolinee, in viale del Basento, neppure l’azione di contrasto delle forze dell’ordine, intensificata alla luce di una riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, è riuscita a porre un freno. Degrado c’era e degrado c’è. Ma la situazione sta ulteriormente peggiorando perché nella girandola di prostitute, quasi tutte di colore, si annidano anche minorenni.

Il primo cittadino fa spallucce: «L’ordinanza - dice - serviva alle forze dell’ordine semplicemente per intervenire come deterrente sui clienti. Non è sufficiente, lo so bene. Quello della prostituzione - aggiunge De Luca - è un fenomeno che ha radici ben più profonde. Poiché la mia ordinanza è scaturita anche a seguito di incontri avuti in Prefettura con carabinieri e polizia che chiedevano strumenti per poter intervenire, torneremo a parlarne a breve. Vedremo se il provvedimento potrà essere migliorato e in quali termini. Ma una cosa è certa: il mio ambito di intervento - conclude il sindaco - resta quello del decoro urbano, non posso fare altro».

Intanto la prostituzione a Potenza è sempre più di colore. La convivenza con squillo dell’Europa dell’est lungo la zona industriale sta diventando sempre più difficile. Non sono mancate situazioni di attrito e di minacce. E mentre il mercimonio delle prostitute locali, di Napoli o di Salerno trova spazio in appartamenti-alcova sparsi soprattutto tra il centro storico e rione Santa Maria (si parla di affitti da 350 euro a settimana), la vendita su strada è oggi quasi un’esclusiva di donne extracomunitarie, molte delle quali arrivano nel capoluogo lucano da Foggia. E c’è chi pensa che ci sia un’unica regia per lo sfruttamento della prostituzione e l’accattonaggio, altro fenomeno che nel capoluogo lucano parla soltanto africano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari calcio, Decaro alla festa dei tifosi a Pane e Pomodoro: 7 giorni per fare tutto Il video

 
Banca popolare di Bari presa di mira: svaligiato bancomat con esplosivo

Banca popolare di Bari presa di mira: svaligiato bancomat con esplosivo

 
Bari, terrorista iracheno torna libero e chiede asilo

Bari, terrorista iracheno torna libero e chiede asilo

 
Ristorazione, l'azienda Ladisaconferma trend crescita: +24%

Ristorazione, l'azienda Ladisa conferma trend crescita: +24%

 
Andria, mutilato il CrocifissoL'ira del vescovo: fatto grave

Andria, mutilato il Crocifisso
L'ira del vescovo: fatto grave

 
Gara Ilva, bufera su Di Maio«Annullamento è una follia»Cantone (Anac) frena sul parere

Gara Ilva, bufera su Di Maio. Cantone (Anac) frena. Ministro: «Verifichiamo»

 
Nozze pugliesi per la show girl Justine Mattera. Pace fatta Nazzaro-Volpe

Nozze pugliesi per la show girl Justine Mattera. Pace fatta Nazzaro-Volpe

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS