Cerca

Mercoledì 24 Gennaio 2018 | 09:02

ordinanza a margherita di savoia

Rifiuti, ora il proprietario
è obbligato a ripulire il sito

Il sindaco : un richiamo alla responsabilità e alla cura dei propri beni immobiliari

Rifiuti, ora il proprietarioè obbligato a ripulire il sito

di GENNARO MISIATO LUPO

MARGHERITA DI SAVOIA - Pugno di ferro dell’Amministrazione comunale nei confronti dei sporcaccioni che non rispettano le leggi in materia di abbandono e smaltimento dei rifiuti. Infatti a seguito della comunicazione pervenuta dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità di Margherita di Savoia, con la quale si segnalava l’abbandono di rifiuti, ad opera di ignoti, in una zona cittadina, il sindaco margheritano, Paolo Marrano, per prevenire occasioni di pericolo ed il mantenimento delle condizioni di salubrità dei luoghi e di igiene delle aree cittadine, ha emesso ordinanza di bonifica e ripristino ambientale nei confronti del proprietario dell’area oggetto di abbandono e del deposito incontrollato di rifiuti segnalata dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità.

Nell’ordinanza si intima allo di provvedere, entro 7 giorni dalla notifica dell’ordinanza municipale, alla rimozione di ogni materiale eterogeneo depositato sull’area ed effettuare i relativi interventi di bonifica a propria cura e spese.

Il primo cittadino ha ritenuto necessario emettere tale ordinanza considerato che la presenza di proprietà immobiliari abbandonate, recintate e non, nel territorio comunale determina seri problemi di igiene allorchè i suoli si ricoprono di vegetazione e diventano di deposito di materiale di risulta e di rifiuti, con proliferazione di ratti e animali nocivi, creando pregiudizio per la pubblica e privata incolumità.

Con lo stesso atto Marrano ha precisato che, in caso di inosservanza, l’amministrazione comunale provvederà per conto del proprietario, senza indugio alcuno, d’ufficio tramite ditta incaricata, ponendo a carico dell’inadempiente gli oneri sostenuti, ricorrendo, se il caso lo richiede, all’assistenza delle forze dell’ordine.

Inoltre se venisse dato corso all’ordinanza, il proprietario del suolo sarà considerato responsabile degli eventuali danni arrecati ad altre persone, a beni mobili ed immobili e denunziato alla competente autorità giudiziaria e punito, se il fatto non costituisce un più grave reato, con l’arresto fino a tre mesi o con ammenda fino a 206 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione