Cerca

Sabato 25 Novembre 2017 | 06:58

risorse

Regione Puglia; fondo 60mln
a imprese per tutela ambiente

Regione puglia

BARI - E’ stato pubblicato dalla Regione Puglia il bando per gli aiuti per la tutela dell’ambiente, che prevede stanziamenti per complessivi 60 milioni di euro.

Il fondo è finalizzato a promuovere l’efficientamento energetico delle 'micrò e delle piccole e medie imprese, per ridurne i consumi energetici in una percentuale di almeno il 10/% dell’unità locale oggetto dell’investimento. I potenziali beneficiari potranno essere operativi nei settori manifatturiero, servizi, commercio e turismo. I progetti di investimento ammissibili devono prevedere una spesa non inferiore ad 80mila euro per unità locale, con un investimento massimo agevolabile di 2 milioni di euro per le piccole imprese e di 4 milioni di euro per le medie imprese. Sono ammessi interventi di efficienza energetica, cogenerazione ad alto rendimento e produzione di energia da fonti rinnovabili.

«Sono particolarmente orgoglioso di questa nuova misura - dichiara in una nota l’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Michele Mazzarano, rendendo noto il bando - perché interpreta pienamente con un nuovo atto concreto la volontà politica, espressa in ogni occasione in questa prima parte della legislatura dal governo Emiliano, di realizzare in Puglia una nuova strategia di sviluppo sostenibile, impegnando ogni risorsa disponibile per ridurre l’impatto ambientale sulla vita delle persone».

Le agevolazioni consistono in sovvenzioni dirette e mutui, a valere sullo strumento finanziario denominato Fondo mutui Pmi 'Tutela dell’ambientè. La copertura finanziaria del piano di investimento finanziato dalla misura è prevista in: 40% come sovvenzione diretta; 30% mutuo a carico del Fondo Mutui a tasso zero; 30% come mutuo a carico della banca finanziatrice. Attraverso Puglia Sviluppo, che utilizza i fondi europei del Fesr, si procederà al conferimento di una dotazione finanziaria in favore di ciascun soggetto finanziatore per una quota pari al 50% del finanziamento concesso a copertura dell’investimento per ogni singola impresa.

«Grazie a questa misura - conclude Mazzarano - saremo così in grado di cogliere un doppio obiettivo, sia quello di abbattere le emissioni di CO2 prodotto sia di abbattere i costi di produzione per le imprese, rendendo i prodotti e i servizi più competitivi sul mercato globale». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione