Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 18:56

Formazione in Puglia

Arrivano i passi universitari
per chi vuole specializzarsi

Regione puglia

Bari - Europa 2020 è già realtà. Nella logica del programma europeo di specializzazione delle professioni si muove il bando «Pass laureati», che la Regione Puglia ha attivato al fine di «sostenere gli sforzi dei giovani che intendano intraprendere un percorso formativo post-universitario, per rafforzare il proprio profilo culturale e professionale: è questo l'obiettivo che perseguiamo da tempo. Lo abbiamo fatto con Pass Imprese, la misura che eroga incentivi economici individuali per finanziare le attività formative di imprenditori e lavoratori e proseguiamo oggi con Pass Laureati, il progetto che consentirà di riconoscere ai neolaureati incentivi per la formazione post-universitaria, in coerenza con la Strategia "Europa 2020" e con gli obiettivi della smart specialization strategy della Regione Puglia».

A illustrare la misura, l'assessore alla Formazione e all'Istruzione della Regione Sebastiano Leo. «Intendiamo - spiega - promuovere i progetti individuali di ciascun giovane meritevole, attraverso l'erogazione di risorse a rimborso totale o parziale delle spese di iscrizione per la frequenza di Master Universitari in Italia e all'estero. Ritengo essenziale per una regione come la nostra, che si propone di essere la locomotiva del Meridione, sostenere tanto finanziariamente quanto tecnicamente l'acquisizione di ulteriori e più elevate competenze in un segmento già altamente scolarizzato della gioventù pugliese, che merita di vedere tutelato e valorizzato il suo diritto all'alta formazione».

«Con questa misura - continua Leo - si promuoveremo l'accesso ai master post-lauream di I o II livello promossi dalle università italiane e straniere, pubbliche e private, riconosciute dall'ordinamento nazionale, ma anche ai percorsi post lauream accreditati ASFOR o EQUIS o AACSB o riconosciuti da Association of MBAS (AMBA) degli istituti di formazione avanzata tanto privati quanto pubblici».

La misura in oggetto può sviluppare, chiarisce ancora Leo «n investimento in alta formazione pari a 10 milioni di euro, che ci aspettiamo consenta ai nostri ragazzi di mettere in circolo le proprie energie, rafforzando le competenze di ciascuno secondo le proprie inclinazioni, avendo l'opportunità di perseguire i propri obiettivi contando sul supporto economico della Regione Puglia. Le risorse destinate ai nostri laureati daranno ulteriore valore al percorso formativo e umano di ognuno, con l'auspicio che ciascuno possa in seguito reinvestire le competenze acquisite sul nostro territorio, per promuovere una crescita e uno sviluppo del sistema sociale ed economico della Puglia sempre più consapevole e di qualità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione