Cerca

Mercoledì 23 Agosto 2017 | 06:24

San Nicola

Il Bari ci prende gusto
Grosso: Proviamoci ancora

Bari, riparte la caccia  Grosso guadagna punti

Fabio Grosso

DAVIDE LATTANZI

BARI - Non sarà solo calcio d’agosto. Dietro la faccia pulita e l’apparenza mite, Fabio Grosso nasconde un’indole da indomito combattente. Alcun obiettivo va trascurato nell’ottica del tecnico romano. Ed ogni occasione è utile per progredire. Ecco perché la sfida di Coppa Italia in programma stasera con la Cremonese sarà un ulteriore test per il Bari. L’allenatore dei galletti vuole capire se il suo progetto tecnico tattico è in evoluzione, se la squadra stia assimilando i concetti che caratterizzano la sua idea di calcio, come è stato in buona parte dimostrato già domenica scorsa con il Parma. E, perché no, provare ad avanzare nel cammino di Coppa guadagnando l’accesso al turno successivo (si disputerà a fine novembre, contro la vincente di Sassuolo-Spezia).«In questa fase - dichiara Grosso - tutti hanno voglia di essere protagonisti e mettersi in mostra, ma in campo si va in undici.

Tuttavia, un tasto su cui batto moltissimo è che ogni componente del gruppo sarà utile alla causa, in una stagione così lunga ed impegnativa. Contro la Cremonese, piuttosto, mi interessa verificare l’approccio che avranno i ragazzi al match. A questa serie B sono approdate compagini blasonate che vorranno essere nuovamente protagoniste malgrado il salto di categoria. Non a caso, si continua a ripetere che il campionato alle porte sarà di alto livello anche grazie alle neopromosse, che sono delle autentiche realtà, non semplicemente eventuali rivelazioni.

La Cremonese verrà al San Nicola con tanto entusiasmo e presenterà una squadra competitiva: occorrerà la massima applicazione».

Il trainer biancorosso entra nel dettaglio sui particolari che vorrebbe vedere migliorati. «Innanzitutto - spiega Grosso - deve essere alto il livello di attenzione e mi piacerebbe che fosse ripetuto l’atteggiamento propositivo mostrato contro il Parma. Ovviamente dovremo provando a sviluppare meglio molti aspetti. Abbiamo le potenzialità per creare un numero decisamente maggiore di occasioni, così come siamo in grado di difendere anche molto meglio. E’ scontato che non tutto potrà essere perfetto fin da ora».

Facile immaginare che le ambizioni possano crescere anche attraverso il mercato: il ds Sean Sogliano è in caccia di un difensore centrale e di un centrocampista di spessore. «Il mercato - replica Grosso - è compito del direttore. Qui ci sono tanti ragazzi bravi, ma il mercato dura tantissimo e nel finale spesso avvengono numerosi movimenti. Io spero che per noi si verifichino i colpi giusti. L’obiettivo è creare il mix giusto fra giovani ed esperti. Qualunque innesto arriverà sarà stato condiviso. Fiamozzi, comunque, è già in grado di giocare, così come Iocolano incarna il profilo di chi ha fame di imporsi: una base determinante che si unisce alle indubbie qualità ed alla duttilità nell’occupare diverse posizioni».

Continuerà, infine, il periodo di prova per Djavan Anderson, il 22enne olandese che può giocare da terzino destro o a centrocampo. «Resterà qualche altro giorno - conclude Grosso -: vorrei valutarlo con maggiore attenzione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione