Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 20:21

Operazione della Polizia

Bari, la gang delle rapine
8 arresti, 69 colpi in un anno

Assalti a supermercati, farmacie, tabaccherie, distributori di carburante ed altre attività commerciali.

polizia

NICOLA PEPE

Otto persone sono state arrestate dalla Polizia a Bari in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di una presunta associazione dedita alla commissione di rapine a Bari e nella provincia, nonchè nel Nord barese. I provvedimenti (in carcere e ai domiciliari) hanno riguardato per lo più baresi (c'è anche un albanese) sono stati emessi dal gip Mastrorilli, su richiesta del pm, Buquicchio, che ha coordinato le indagini svolte dalla sezione contrasto al crimine diffuso della Squadra mobile. Una nona persona, un altro albanese, sarebbe sfuggita alla cattura ed è attualmente ricercata.

L'operazione, denominata «San Lorenzo», e condotta dalla sezione Contrasto al crimine diffuso della Squadra Mobile della Questura di Bari, ha consentito di accertare la responsabilità degli arrestati (tre erano già detenuti) che avrebbero messo a segno 69 rapine nell’arco temporale compreso tra ottobre 2015 e novembre 2016: circa metà dei colpi, 32, sono stati messi a segno a Bari, 8 a Mola e altri in vari paesi della provincia.

Sono stati passati in esame 315 casi di rapine e solo per 75 (69 quelli contestati), gli investigatori ritengono di poterle attribuire al gruppo. In dettaglio sono stati assaltati 54 supermercati, 9 stazioni di servizio, 5 tabaccherie una farmacia e sei diversi esercizi commerciali. La Polizia ha esaminati oltre 600 ore di filmati di impianti di videosorveglianza. La banda, secondo quanto è stato accertato, compiva le rapine con autovetture Fiat Uno, rubate, e subito dopo il colpo date alle fiamme.

I nomi degli arrestati.

In carcere: Ettore D'Ambrosio, barese, 35 anni, (già agli arresti domiciliari in Castel Volturno - CE); Gaetano Fornarelli, 40 anni; Nicola Gesmundo, 26 anni (detenuto); Nicola Valerio, 27 anni, (sorvegliato speciale).

Ai domiciliari: Antonello Attanasio, 35 anni, nato a Conversano (già agli arresti domiciliari);  Nazmi Buthi, 27 anni, albanese (già detenuto); Damiano Cassandra, 22 anni, (già detenuto); Francesco Serafino, 43 anni ( già agli arresti domiciliari).

Per il sindaco di Bari, Antonio Decaro, «gli arresti di questa mattina condotti dalla Squadra mobile della Questura di Bari su presunti colpevoli di furti e rapine a danno di svariate attività della nostra città, dimostrano ancora una volta la presenza e l’operatività delle forze dell’ordine e della magistratura, che ha permesso di azzerare una banda di rapinatori che ha terrorizzato il nostro territorio». Lo dichiara in una nota il primo cittadino.

Gli arresti «hanno una rilevanza ancora più forte sui cittadini - prosegue Decaro - in quanto i furti e le rapine sono reati che aumentano di molto la percezione di insicurezza della nostra città, oltre a danneggiare il tessuto economico e produttivo di piccole attività commerciali che già affrontano sacrifici quotidiani per continuare a lavorare. La presenza dello Stato - conclude il sindaco - nei confronti di chi lavora ogni giorno onestamente deve essere ancora più forte, e le operazioni di questa mattina sono un segnale importante».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione