Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 14:10

impegno di 10 ragazzi «difficili»

Bari, locale occupato
diventa laboratorio urbano

consegna palestra

BARI - Alcuni ragazzi «difficili» della periferia di Bari, nel quartiere San Pio (ex Enziteto), occupano un edificio e il Comune li sfida a mettersi in gioco, coinvolgendoli in un progetto di formazione professionale. Così dieci giovani, tra i 16 e i 29 anni, si rimboccano le maniche e rimettono a nuovo la palestra e gli spazi che ora ospiteranno laboratori e attività per tutta la comunità. Questa mattina c'è stata la cerimonia di consegna ufficiale dei locali, che sono adiacenti alla sede dell’Accademia del Cinema dei Ragazzi.

Sono intervenuti il sindaco di Bari, Antonio Decaro, il presidente di Formedil, Michele Matarrese, il presidente di Confindustria Bari-Bat, Domenico De Bartolomeo, e il presidente di Ance Bari-Bat, Beppe Fragasso.
«È passato meno di un anno - ha detto Decaro - da quando ho incontrato questi ragazzi, etichettati come 'difficilì, ma che in realtà sono bravi e vivono in un quartiere difficile che vogliono cambiare in meglio». «Loro - ha ricordato - avevano occupato abusivamente un immobile e noi abbiamo interpretato quel gesto come una richiesta di spazi, di attività a cui partecipare ed è così che è nato 'Cantiere scuola', grazie anche alla collaborazione di Confindustria, Ance e Formedil che ci hanno aiutato ad insegnare a questi ragazzi un mestiere, e infatti tutti hanno ricevuto la qualifica di operaio specializzato nella manifattura edile». «E mentre imparavano - ha concluso - hanno riqualificato questi spazi, li hanno sistemati e li hanno riconsegnati alla comunità».

«Sono stati necessari impegno e fatica da parte dei formatori della nostra scuola edile - ha dichiarato Matarrese - per fare in modo che l’animo un po' ribelle di questi ragazzi cogliesse la grande opportunità che stavano ricevendo».
Per De Bartolomeo, «è un esempio di come pubblico e privato insieme possano dare nuova vita a luoghi dismessi e aree periferiche». Mentre Fragasso ha fatto un «plauso a questi ragazzi che si sono distinti durante il progetto meritandosi questa chance per iniziare a costruire il proprio futuro». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione