Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 11:41

cultura

I «Dialoghi di Trani»
si allargano anche
ad Andria e Barletta

i dialoghi di Trani

BARI - La sedicesima edizione de 'I Dialoghi di Trani', che dal 20 al 24 settembre prossimi si interrogherà sul ruolo della bellezza nel mondo, estende i suoi confini nei comuni di Andria e Barletta, confermando la partecipazione delle città di Bisceglie e Corato: scrittori, giornalisti, politici ed economisti sono alcuni dei protagonisti di numerosi appuntamenti che per la prima volta dopo 15 anni non si svolgeranno nel Castello Svevo ma in alcuni luoghi simbolo della cultura a Trani. L’iniziativa è stata presentata oggi a Bari anche dall’assessore all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia, Loredana Capone, che ha sottolineato l’importanza di «offrire eventi culturali a settembre» per poter attirare sempre più turisti in Puglia «che ormai è vista come un’ambizione, un sogno da raggiungere.

«I Dialoghi - ha rilevato l’assessore - legando ogni tema affrontato nei libri a un luogo del nostro territorio, esprimono perfettamente quel mix che rende la nostra regione così attraente».
I dialoghi sulla bellezza entreranno nel vivo dal mercoledì 20 settembre, ospitando, tra gli altri: l’economista e filosofo francese Serge Latouche; il filosofo Remo Bodei; il magistrato Nicola Gratteri; i fisici Guido Tonelli ed Edorardo Boncinelli; il fumettista Tom Tomorrow; la cuoca Palma D’Onofrio.
In cartellone c'è anche la seconda edizione del premio letterario 'Fondazione Megamark-Incontri di Dialoghi': i romanzi finalisti sono 'I vignaioli di Citeaux' di Guglielmo Belelli; 'Teorema dell’incompletezzà di Valerio Callieri; 'Alla fine di ogni cosa' di Mauro Garofalo; 'Il dono della nuora' di Pasqua Sannelli; e 'L'imperfetta' di Carmela Scotti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione