Cerca

Sabato 25 Novembre 2017 | 05:09

Il progetto per il litorale Sud presentato il 19 luglio alle 20.30

Bari, il lungomare dei sogni
Acquario, Museo del Mare
e il Polo degli sport nautici


Bari, il lungomare dei sogni Acquario,  Museo del Mare e il Polo degli sport nautici

BARI - Lungomare Sud di Bari: uno dei tratti naturalisticamente più belli, ma più desolati dal punto di vista sociale e architettonico del nostro capoluogo, potrebbe cambiare radicalmente aspetto. Un gruppo di lavoro architetti, ingegneri, docenti universitari, imprenditori, ambientalisti ha provato a disegnare un modello di possibile trasformazione urbana dell’area che va da Torre Quetta a San Giorgio, per farla rinascere a nuova vita, così come fu per la bonifica della parte ottocentesca del quartiere murattiano sul mare e come fu anche per la parte monumentale del lungomare barese  negli anni '30. Il gruppo di lavoro è composto da Confindustria Bari BAT, ANCE BARI BAT,  Politecnico e Università di Bari,  Ordini degli Architetti e degli Ingegneri di Bari, Confcooperative, Legambiente, CERSET, Connect the dots.

 Lo spostamento dei binari, che per tanto tempo hanno tagliato fuori questa costa dalla vita del resto della città, è il presupposto da cui si può ripartire oggi per rigenerare il litorale. Il Lungomare Sud potrà così diventare finalmente accessibile ai cittadini. Sulla costa è stata immaginata una mobilità ecosostenibile, che si snoda  lungo tre viali principali - dall’entroterra verso il mare - che conducono ognuno ad un luogo di attrazione: l’Acquario e il Museo del Mare, il Polo degli sport nautici e il polo della ricettività turistica. Tutto intorno ci sarebbe tanto verde, un grande parco urbano punteggiato da piccoli edifici armonizzati con la natura del luogo.  

Si tratta di un modello di sviluppo multisettoriale, in cui si possono sviluppare  e intrecciare non solo attività turistiche, commerciali, ricreative, culturali,  trasporti ed edilizia ecosostenibili, ma anche nuovi servizi 4.0,  produzione di energia rinnovabile e incubatori di start up. Un modello che può  diventare motore di una crescita economica e sociale a vasto raggio e soprattutto un modello che può essere adottato anche in altre realtà e altri Comuni.

L’idea sarà presentata nei dettagli la sera del 19 luglio alle 20.30 sulla spiaggia di Torre Quetta con un evento-spettacolo dal titolo Lungomare Sud Bari. Memoria, presente, visione che si avvale del sostegno della CCIAA di Bari.

Come potrebbe essere // L'evento

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione