Cerca

Venerdì 18 Agosto 2017 | 16:40

turismo

Brindisi nella «top ten»
delle mete estive 2017

La ricerca dell'agenzia «edreams». La nostra provincia tra le più gettonate dai vacanzieri italiani

il lungomare di Brindisi by night

Il territorio di Brindisi entra nella “top ten” delle mete turistiche più gettonate dai vacanzieri italiani relativamente alla stagione estiva appena iniziata. È quanto emerge dalla ricerca “Summer Trends 2017” elaborata e resa pubblica da “eDreams” (un’agenzia di viaggi online tra le più importanti d’Europa) che ha inserito la nostra provincia al decimo posto nella speciale graduatoria con una incoraggiante e significativa crescita (quattro gradini più in su rispetto allo scorso anno) in relazione alle prenotazioni in strutture recettive.

Nella classifica domina il sud Italia con ben sette città nei primi dieci posti (ai primi due Catania e Palermo, seguite da Ibiza) e la Puglia si conferma ai vertici con particolari citazioni per Gallipoli, Santa Maria di Leuca e Torre dell’Orso: tra le più conosciute e frequentate spiccano, per la provincia di Brindisi, anche Torre Santa Sabina, Lido Morelli e Torre Guaceto, le cui calette sono ad oggi considerate oasi protette dal Wwf.

È Brindisi, in ogni caso, la località considerata la vera rivelazione dell’anno e ciò anche grazie alla componente prezzo: con una spesa media sulla prenotazione pari a circa 128 euro - sempre secondo quanto emerge dallo studio condotto da “eDreams” - il nostro territorio risulta essere tra le destinazioni più economiche del Paese insieme ad altre città italiane e, in un periodo di ristrettezze che sembra non avere mai fine, è questo l’aspetto che incide maggiormente sulle scelte relative al periodo di ferie dei nostri connazionali.

Non è un caso del resto che, proprio per i prezzi convenienti, Brindisi prevale nientedimeno che su autentici “mostri sacri” del turismo internazionale quali ad esempio Mykonos (in Grecia) e Amsterdam (in Olanda). E anche lo Stivale, in tal senso, “vola” grazie ad un significativo decremento dei prezzi (in media i viaggiatori quest’anno spenderanno 215 euro).

La ricerca, in definitiva, denota un quadro più che incoraggiante per un territorio, come quello brindisino, che da sempre vive di turismo, grazie anche all’”appeal” esercitato da località di grande richiamo come Ostuni, Fasano e Cisternino (tanto per citare le più gettonate quanto a presenze di vacanzieri) e al paesaggio che offre ai turisti stessi, potendo coniugare ogni genere di gusto e potendo, di conseguenza, assecondare i bisogni tanto di chi ama il mare, quanto di chi preferisce invece la campagna, senza dimenticare le molteplici bellezze storico-artistico-culturali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione