Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 05:25

ambiente

Depuratore di Manduria
tutti a Bari per mobilitazione

In occasione del vertice mercoledì, sit in sotto la sede della Regione

contro depuratore manduria

di NANDO PERRONE

MANDURIA - In pullman a Bari per manifestare sotto la Regione nel corso del confronto fra il governatore Michele Emiliano e i sindaci di Manduria (Roberto Massafra), Avetrana (Antonio Minò) e Sava (Dario Iaia). Mercoledì partiranno da Erchie (alle 7,30, nei pressi del bar Blues), da Avetrana (alle 7,45, dalla piazzetta Padre Pio) e da Manduria (alle 7,45, nei pressi della chiesa di Sant’Antonio).

La quota di adesione per gli ambientalisti è di 5 euro, quota necessaria a sostenere le spese per il trasporto.

Intanto il coordinamento di circolo del PD di Avetrana auspica che i tre sindaci possano presentarsi a Bari con una proposta preventivamente.

«Come circolo chiediamo che i tre sindaci riescano a trovare la sintesi prima di andare a Bari e di condividerla con le associazioni, i comitati, i cittadini e i gruppi politici locali» è riportato nella nota inviata agli organi di informazione che reca la firma del direttivo e del segretario Grazio Vito Soloperto.

«Ciò servirà ad arrivare all’appuntamento con una proposta unitaria, in modo che il presidente Emiliano non avrà problemi ad accettare e far propria una decisione condivisa. In questa fase devono essere “le colombe” a lavorare, per evitare che il filo della speranza si rompa definitivamente. Il presidente del comitato istituzionale, approvato in Consiglio comunale, nonché presidente del Consiglio di Avetrana, convochi tutte le associazioni e i movimenti che hanno aderito allo stesso comitato per offrire al sindaco di Avetrana le conclusioni unitarie che egli dovrà manifestare a Bari. Noi continueremo il nostro lavoro di raccordo con la Regione e gli altri Comuni perché la nostra priorità è tutelare l’interesse delle comunità coinvolte ed evitare che cittadini innocenti rischino anche procedimenti penali. Invitiamo pertanto i cittadini a manifestare in maniera pacifica. La politica deve decidere, e oggi più che mai bisogna mettere da parte gli individualismi e agire in maniera razionale e condivisa.

Il circolo del Partito Democratico di Avetrana ribadisce la propria posizione in merito all’ubicazione del depuratore consortile Manduria-Sava presso contrada «Serpenti» o in altri siti idonei lontano dalla costa e da Urmo Belsito».

Una posizione che ora dovrà passare al vaglio del tavolo barese, sperando che emerga una soluzione finale non solo condivisa ma anche finalmente definitiva.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione