Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 11:52

casi nel brindisino

La frode via web «ripulisce»
le carte di credito prepagate

carta di credito

di FEDERICA MARANGIO

SAN PANCRAZIO SALENTINO - Addio ai risparmi con le infiltrazioni nei conti. Pirati del web, meglio noti come hacker da una parte e frodi dall’altra impazzano anche nel piccolo Comune. A farne i danni soprattutto i più giovani possessori di carte prepagate. Dopo aver effettuato un prelievo senza successo, una delle vittime della truffa, ha voluto saperne di più. Si è recata direttamente allo sportello informazioni della banca di riferimento ed ecco svelato l’arcano. “Alcuni infiltrati ti hanno sottratto denaro. La lista dei movimenti individua alcuni che non sono a tuo carico”. Queste le parole dell’addetta al servizio che ha provveduto al rimborso della cifra sottratta, previa consegna del documento di richiesta risarcimento. Ma questo non è il solo episodio. Sono sempre più i frequenti i casi che vanno dalla clonazione di carte, a prelievi da altrui conti, fino ad arrivare ad effettuare acquisti non sicuri nel web, che spesso si traducono con la sola perdita di denaro senza ricevere alcun bene.

“Ho acquistato online due paia di scarpe. Quel che sembrava un irrinunciabile affare si è trasformato in un incubo, non avendole mai ricevute”. Dichiara così un’altra vittima che adesso sa come muoversi per prevenire ulteriori danni economici. “Solitamente – spiega – il presunto venditore prenderà tempo per attendere che scadano sessanta giorni dall’acquisto. Una volta superato questo termine neanche le banche sono tenute a rimborsare la spesa di un bene contestato per la mancata ricezione”. Insomma, bisogna controllare l’affidabilità dei siti prima di acquistare impunemente, abbagliati da un prezzo particolarmente vantaggioso, e se possibile bisogna optare per acquisti da fare con pagamento PayPal che in caso di frode provvederebbe al rimborso. “Ad ogni modo, sebbene ogni situazione possa variare, è bene sempre contattare la propria banca, appena si percepisce l’inganno” fanno sapere gli addetti ai lavori. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione