Domenica 22 Luglio 2018 | 18:42

la diga in basilicata

Pertusillo, si riaffaccia il sospetto
della presenza di petrolio nell'acqua

Pertusillo, si riaffaccia il sospetto della presenza di petrolio nell'acqua

di Pino Perciante

GRUMETO NOVA - La diga del Pertusillo torna all’attenzione, dopo le recenti rassicurazioni sulla qualità dell’acqua e sul fenomeno cromatico (colorazione rossastra) a causa delle presenza eccessiva di alghe. L’invaso, lo ricordiamo, fornisce acqua potabile a diversi Comuni lucani e pugliesi ed è uno dei tasselli più importanti del mosaico idrico di Basilicata.

Proprio sulla scia delle polemiche legate al presunto inquinamento dell’invaso, si susseguono rilievi ed esami, con l’obiettivo di tenere sotto costante controllo la diga che è a un tiro di schioppo dal centro olio di Viggiano (Potenza), il cuore pulsante del petrolio lucano. Una vicinanza che alimenta il sospetto di possibili tracce di petrolio al suo interno. La presenza di idrocarburi fino a due mesi fa era stata totalmente esclusa dai vari monitoraggi dell’Arpab (Agenzia regionale per la protezione ambientale). Ma proprio l’Arpab, ribadendo di non aver scovato petrolio nelle acque, ammette che ci sono tracce nei sedimenti in vari punti campionati, anche se precisa che si tratta di valori in ribasso rispetto alle precedenti campagne di analisi. E che non c’è un limite indicato nella normativa. Tracce di petrolio sono state trovate anche da un laboratorio privato di Reggio Calabria, incaricato di monitorare il Pertusillo per conto dell’associazione «Liberiamo la Basilicata».

Non solo nei sedimenti ma anche nell’acqua. Proprio ieri sono arrivati i risultati degli ennesimi rilievi: la quantità di idrocarburi totali registrata dal laboratorio è di 0,900 milligrammi litro rispetto ad un limite di 0,05. Tuttavia non sono solo gli idrocarburi a minacciare le acque del lago, ma anche pesticidi, metalli pesanti (con particolare riferimento a boro, alluminio, ferro, vanadio e zinco) antiparassitari, fitofarmaci, composti organoalogenati (solventi clorurati) e chi più ne ha più ne metta. Nel Pertusillo, insomma, galleggia quel cocktail d’inquinanti che ormai, a forza di ricerche che danno gli stessi risultati, stiamo finendo per trovare «abituale».

E anche se la maggior parte degli inquinanti non superano i limiti fissati dalla legge «la loro sommatoria – spiega Giuseppe Di Bello, ex tenente della Polizia provinciale di Potenza, impegnato da anni sul fronte ambientalista - fa bioaccumulo, come si dice in gergo tecnico, contribuendo a danneggiare la qualità delle acque. Tanto è vero che il laboratorio le inserisce nell’ultima categoria, la terza, vale a dire l’acqua per essere bevibile ha bisogno di trattamenti particolari». Il campione dove il valore di idrocarburi totali ha superato la soglia è stato prelevato il 22 maggio in località Madonna Grumentina. Ma l’emergenza inquinamento riguarda anche il fiume Agri dove la quantità di idrocarburi totali registrata dal laboratorio è di 1, 310 milligrammi litro. E nelle acque di falda si sono riscontrati diversi superamenti dei limiti vigenti relativi a solfati, cloruri, metalli pesanti (con particolare riferimento al boro) e pesticidi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Tap, Emiliano: presi in giro pugliesi che hanno votato M5s

Tap, Emiliano: presi in giro
pugliesi che hanno votato M5s

 
Grano ok, giù import dal Canada. Ma su angurie allarme speculazione

Grano ok, giù import dal Canada. Ma su angurie allarme speculazione

 
Foggia, a fuoco discarica sequestrataIl sindaco: tenere le finestre chiuse

Foggia, a fuoco discarica sequestrata. Il sindaco: tenete le finestre chiuse

 
Scandalo sanita in BasilicataPittella resta, giunta con poteri

Scandalo sanita in Basilicata
Pittella resta, giunta con poteri

 
Il Lecce si gode un super Falco: primo gol per mister Liverani

Il Lecce si gode un super Falco: primo gol per mister Liverani

 
Foggia, primo stop dal ParmaGrassadonia: difficoltà previste

Foggia, primo stop dal Parma
Grassadonia: difficoltà previste

 
Lecce, incendio fa strage di animaliin allevamento: morte oltre 400 bestie

Lecce, incendio fa strage di animali in allevamento: morte oltre 400 bestie

 
Maturità, Puglia prima per 100 e lodeDa noi 1.066 superbravi su 6mila in Italia

Maturità, Puglia prima per 100 e lode: 1.066 superbravi su 6mila in Italia

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS