Domenica 22 Luglio 2018 | 13:03

Nel potentino

Atella, corruzione e abuso
«divieti» per sindaco e funzionari

Assunzioni dirette, e «senza alcuna pubblicità», e più in generale «un sistema per nulla trasparente di gestione dell’amministrazione».: in 4 sotto inchiesta

Atella, corruzione e abuso«divieti» per sindaco e funzionari

Assunzioni dirette, e «senza alcuna pubblicità», e più in generale «un sistema per nulla trasparente di gestione dell’amministrazione» ad Atella (Potenza): sono alcuni degli elementi emersi dalle indagini condotte dai Carabinieri, che hanno portato a quattro divieti di dimora: per il sindaco, Nicola Telesca, e per tre funzionari comunali, Francesco Bonelli, Domenico Guidotti e Salvatore De Grazia, indagati a vario titolo per concorso in abuso d’ufficio, concorso in corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio e concussione.

Le indagini, condotte dal Nor di Potenza e dai Carabinieri di Melfi (Potenza), sono partite da un esposto di alcuni consiglieri comunali su atti tra il 2013 e il 2017, anche per quanto riguarda la gestione di «Ama», una società a totale partecipazione pubblica del Comune per lo svolgimento dei servizi pubblici locali, che oggi si occupa anche della discarica del centro potentino. Al sindaco (eletto nel 2013 con una lista civica) vengono contestate tra l’altro due ipotesi di abuso d’ufficio collegate all’assunzione nel Comune di uno dei funzionari (con l’incarico di responsabile del settore finanziario) disposta direttamente con decreto sindacale violando, secondo quanto si è appreso, le disposizioni del regolamento comunale.

Per gli investigatori, inoltre, anche la "stabilizzazione» dell’altro funzionario sarebbe avvenuta con una «procedura selettiva solo formale». In quest’ultimo caso il sindaco avrebbe anche attribuito "un’indennità economica aggiuntiva» al funzionario che «dal canto suo, per assicurarsi l’assunzione, ometteva di comunicare i procedimenti penali pendenti a suo carico». A due degli indagati, poi, nominati presidente e consigliere del cda dell’Ama, vengono contestate assunzioni dirette nella società pubblica di persone con «vincoli di parentela con il sindaco e altri assessori», a cui si aggiungono violazioni del codice degli appalti per la gestione della discarica, affidamenti diretti di appalti a un’impresa, e pressioni per altre assunzioni a un’azienda, con la minaccia di «risolvere», in caso contrario, il contratto stesso di gestione della discarica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Scandalo sanita in BasilicataPittella resta, giunta con poteri

Scandalo sanita in Basilicata
Pittella resta, giunta con poteri

 
Il Lecce si gode un super Falco: primo gol per mister Liverani

Il Lecce si gode un super Falco: primo gol per mister Liverani

 
Foggia, primo stop dal ParmaGrassadonia: difficoltà previste

Foggia, primo stop dal Parma
Grassadonia: difficoltà previste

 
Lecce, incendio fa strage di animaliin allevamento: morte oltre 400 bestie

Lecce, incendio fa strage di animali
in allevamento: morte oltre 400 bestie

 
Maturità, Puglia prima per 100 e lodeDa noi 1.066 superbravi su 6mila in Italia

Maturità, Puglia prima per 100 e lode: 1.066 superbravi su 6mila in Italia

 
Marchionne, le 3 viste a MelfiSindacati divisi sul giudizio

Marchionne, le 3 viste a Melfi
Sindacati divisi sul giudizio
Maldarizzi: conosceva a memoria i prezzi dei concorrenti

 
Ilva, Procura Taranto: rispettate40 prescrizione su 42: archiviareaccuse per commissari e tecnici

Ilva, Procura Taranto: rispettate
40 prescrizioni su 42: archiviare
accuse per commissari e tecnici

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS