Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 04:26

Dopo i casi di Seu

Bimba morta per infezione
La Regione: cessato allarme

Resta l'invito ad evitare il consumo di latte e carne crudi non trattati secondo le norme igienico sanitarie. Lavarsi sempre le mani

Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII, Via Giovanni Amendola, 207, 70126 Bari, Italia

Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII di Bari

Il direttore del dipartimento politiche per la salute, Giancarlo Ruscitti informa che dopo l'ultima riunione del comitato di crisi sulla Seu (Sindrome emolitico uremica) non è stato necessario convocarne un'altra perché non sono stati più segnalati casi e quindi ogni presunta emergenza può ritenersi cessata.

Il caso era esploso alcuni giorni fa dopo la morte di una bimba di 16 mesi di Altamura ricoverata all'ospedaletto e dopo il ricovero di altri due piccoli che presentavano gli stessi sintomi: in quella circostanza, in base ai primi accertamenti degli esperti, le cause dell'infezione (mortale in un caso) vennero ricondotte all'ingestione di latte non pastorizzato

«Il sistema di segnalazione a livello epidemico ha funzionato e rimane in opera - ha spiegato Ruscitti - ma non ci sono più nuovi casi segnalati in Puglia. Rimangono sempre in vigore le raccomandazioni rivolte alla popolazione di non consumare alimenti come latte e carni crudi o non trattati e di osservare le comuni norme di igiene come il lavarsi le mani ogni volta sia necessario».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione