Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 13:46

un'inchiesta a Lecce

Mano larga sui prestiti
in 18 sotto inchiesta

Coinvolti anche due dipendenti della banca

Mano larga sui prestiti in 18 sotto inchiesta

FRANCESCO OLIVA

Carte false per ottenere un finanziamento grazie alla presunta complicità di due dipendenti di banca. Nomi e numeri di una truffa da 270mila euro sono contenuti nell’avviso di conclusione delle indagini preliminari a firma del sostituto procuratore Donatina Buffelli.

Complessivamente sono diciotto gli indagati: due dipendenti dell’Agenzia 1 della banca Monte dei Paschi di Siena di Lecce. Gli indagati rispondono di truffa aggravata ai danni dell’istituto di credito, falso materiale commesso da pubblico ufficiale e da privato. L’inchiesta è stata condotta dagli ufficiali di pg della Polizia di Stato guidati dal vice questore aggiunto Antonio De Carlo.

Secondo le accuse, i due funzionari bancari avrebbero consentito di sottoscrivere ai clienti finanziamenti pur non disponendo dei redditi previsti. Nelle domande sarebbero stati allegati documenti falsi come buste paga, modelli cud, buste paga Inail, buste paga Asl). L’accordo tra le parti prevedeva il pagamento della sola prima rata del finanziamento.

Uno dei due funzionari avrebbe curato 12 pratiche di finanziamento Consum.it per una presunta truffa complessiva quantificata in oltre 173mila euro; insieme al collega sarebbero state istruite altre quattro pratiche per un presunto raggiro quantificato in oltre 100mila euro. Ad uno dei due vengono contestati anche altri episodi sospetti quando operava presso la filiale della Monte dei Paschi di Siena di Monteroni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione