Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 02:14

Tap

Corteo anti-gasdotto a Lecce
presenti anche donne e bambini

Corteo anti-gasdotto a Leccepresenti anche donne e bambini

LECCE - Sono circa 500, secondo stime della Questura di Lecce, le persone - tra cui anche donne e bambini - che stanno partecipando a Lecce ad un corteo organizzato dal 'Movimento e Comitato No Tap' per ribadire il 'nò al gasdotto, il cui terminale é previsto a San Foca sul litorale di Melendugno, e a tutte le grandi opere «inutili, dannose e imposte e contro tutte le nocività», come recita un loro slogan. Presente tra i manifestanti anche il sindaco di Melendugno, Marco Potì.

Dopo il concentramento nel piazzale della stazione ferroviaria, il corteo si é incamminato verso viale Oberdan, per poi attraversare alcune strade del centro cittadino. L’arrivo é previsto in piazza Sant'Oronzo dove il numero dei manifestanti dovrebbe aumentare.

Numerosi gli slogan inneggianti alla salute e ad un paesaggio che non può essere sacrificato, sostengono i manifestanti, ad interessi di lobby e multinazionali. Ingente lo spiegamento di forze dell’ordine, con 150 agenti dislocati lungo il percorso del corteo e a presidio di tutti gli obiettivi 'sensibilì, quali Questura, Prefettura e la sede di Tap in via Templari, nonché carabinieri con Reparti mobili e vigili urbani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione