Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 14:08

sei colpi nel 2015

Rapine in market e farmacie
sei condanne a Bari

tribunale di Bari

BARI - Il gup del Tribunale di Bari Giulia Romanazzi ha condannato a pene comprese fra i 6 e i 3 anni di reclusione sei componenti di una banda di rapinatori accusati di sei colpi commessi fra marzo e aprile del 2015 in supermercati e farmacie dell’hinterland barese, e ha assolto altri quattro imputati. La sentenza è stata emessa al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato.

Stando alle indagini dei Carabinieri, coordinate dal pm Giuseppe Dentamaro, a capo della presunta associazione per delinquere c'era il pregiudicato barese 37enne Diego Volpe, condannato a 6 anni di carcere. Assolta invece sua moglie, ritenuta dall’accusa la cassiera del gruppo. Condanna a 6 anni di reclusione anche per il pregiudicato Giovanni Schiavone, 31enne barese, imputato quale partecipe dell’associazione criminale, con il compito di partecipare alle fasi esecutive delle rapine insieme con i sodali Vito Nicola Spilotros, 42 anni, e Giuseppe Rossini, 29 anni, condannati entrambi alla pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione.

Ad organizzare le rapine, eseguendo gli ordini di Volpe e individuando di volta in volta gli obiettivi da colpire e le persone da reclutare, sarebbe stato il pregiudicato 51enne barese Vito Morcavallo, condannato a 5 anni di carcere. Sono sei le rapine accertate attribuite alla banda, commesse a Cassano, Santeramo, Putignano e Modugno. Le modalità dei colpi erano sempre le stesse: volti travisati e pistole giocattolo puntate ai dipendenti degli esercizi commerciali per farsi consegnare gli incassi. Ogni rapine avrebbe fruttato al gruppo criminale fra i 600 e i 1.200 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione