Cerca

Domenica 20 Agosto 2017 | 19:12

A Cerignola

Aggrediscono prostituta
per imporle il «pizzo»
in cella tre donne

polizia

CERIGNOLA (FOGGIA) - Tre donne di nazionalità romena, Daniela Minodora Paraluta di 19 anni, Ana Maria Simiuc, di 26 anni e Mariana Roxana Cerashela Gionea di 26 anni, sono state arrestate dagli agenti del commissariato di Cerignola con l’accusa di tentata estorsione in concorso, violenza, minacce e lesioni ai danni di una giovane connazionale dedita alla prostituzione.

E’ stata quest’ultima a far avviare gli accertamenti, ammettendo di fare la prostituta e denunciando alla polizia di essere stata aggredita dalle tre connazionali, che le avevano imposto il 'pizzò per continuare l’attività rivendicando come di loro 'proprietà' il luogo in cui la svolgeva. Nel corso dell’aggressione, la ragazza - stando al suo racconto - è stata malmenata, trascinata per i capelli, spinta a terra e le tre connazionali le hanno fatto battere più volte la testa sul marciapiede. La ragazza è stata soccorsa da personale del 118 e medicata al Pronto soccorso dell’ospedale di Cerignola con una prognosi di otto giorni.

D’accordo con gli agenti, la ragazza dopo qualche giorno si è ripresentata nel luogo in cui era solita svolgere la sua attività. Poco dopo sono sopraggiunte le tre romene armate di bastoni, con una catena montata sulla parte terminale. A quel punto sono intervenuti gli agenti disarmando le tre romene, arrestandole e trasferendole nel carcere di Foggia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione