Cerca

Sabato 16 Dicembre 2017 | 08:00

al via nuovi corsi

Dams, enologia, turismo
l'Università di Lecce
è pronta alla sfida

università del Salento

di FLAVIA SERRAVEZZA

LECCE - Arte, enologia e turismo. Sono i tre settori sui quali punterà l’Università del Salento dal prossimo anno accademico. A settembre, infatti, partiranno i nuovi corsi di laurea in «Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo» (Dams), «Viticoltura ed Enologia» (interateneo con l’Università di Bari) e «Manager della filiera turistica»
Dopo aver incassato il nulla osta dell’Agenzia nazionale per la valutazione del sistema universitario (Anvur) per l’accreditamento delle nuove triennali, il rettore Vincenzo Zara annuncia che le iscrizioni saranno aperte già a partire da luglio. «In questo modo - spiega - diamo un segnale concreto di anticipazione dei tempi e di maggiore efficienza delle procedure al fine di incrementare l’attrattività di studenti verso il nostro Ateneo».
I piani di studio dei rispettivi corsi saranno presto on line sul sito unisalento.it. Le aspettative sono alte: si punta ad attrarre studenti da tutta la Puglia e anche da fuori regione.

L’attivazione di questi corsi, d’altronde, si deve anche alla forte mobilitazione della società civile. Per chiedere l’istituzione del Dams, in particolare, è stata lanciata una petizione on line dal regista Edoardo Winspeare, che ha raccolto le adesioni di tantissimi volti noti: da Michele Placido a Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, passando per tanti altri «amici» del Salento come Ludovico Einaudi, già maestro concertatore alla Notte della Taranta di Melpignano, poi Ferzan Ozpetek e Sabina Guzzanti, assieme a una folta schiera di artisti salentini, Sud Sound System in testa. Alla base di tutto, la convinzione che studiare musica, teatro e cinema a Lecce possa trasformare la vocazione allo spettacolo del territorio in un solido fattore di sviluppo.
Ma in arrivo c’è un’altra novità. «Abbiamo approvato una convenzione-quadro con l’Università di Bari, e in particolare con la Scuola di Medicina dell’Ateneo barese, - spiega il rettore Zara - per progettare un corso interateneo in Scienze motorie. Puntiamo a creare un percorso formativo competitivo ed innovativo, che preveda un curriculum specifico rivolto alla disabilità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione