Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 20:00

Bocciata Corte dei Conti

Sud Est, la Cassazione fa cadere
altri 2 sequestri a Fiorillo
Ex manager riavrà 10 milioni

Sud Est, la Cassazione fa caderealtri 2 sequestri a FiorilloEx manager riavrà 10 milioni

MASSIMILIANO SCAGLIARINI

BARI - Spetta al giudice ordinario, e non alla Corte dei conti, il potere di chiedere i danni a Luigi Fiorillo, e agli altri ex dipendenti e dirigenti delle Ferrovie Sud-Est, accusati di aver sperperato soldi pubblici in appalti e consulenze. Lo ha stabilito ieri la Cassazione civile a sezioni unite, nonostante la richiesta in senso contrario avanzata dal sostituto pg Umberto de Augustinis nell’ambito del ricorso per regolamento di giurisdizione presentato dall’ex amministratore unico della società barese. La conseguenza è che i giudici contabili, dopo tutti gli sforzi fatti, dovranno lasciar cadere i sequestri già ottenuti. E dunque, a meno che le Sud-Est non chieda la riassunzione in sede civile nell’ambito dell’azione di responsabilità già avviata, l’ex manager tarantino otterrà la restituzione di circa 10 milioni di euro.

La Cassazione (con la sentenza 11983/17, relatore Perrino) ha sostanzialmente affermato che le Sud-Est, pur essendo una società a capitale pubblico, sono soggette alle regole del diritto privato, e dunque la «mala gestio dei suoi organi sociali di norma non integra il danno erariale, in quanto si risolve in un vulnus gravante in via diretta esclusivamente sul patrimonio della società». A nulla rileva, come avevano sottolineato la Procura contabile e le stesse Sud-Est , la «reiterata erogazione di fondi pubblici», perché - secondo la lettura del diritto comunitario fatta dai giudici - «la fisionomia dell’impresa ferroviaria, in conformità al diritto dell’Unione», è contrassegnata «dall’apertura al libero mercato e dall’adozione del modello privatistico». Tanto più, rileva ancora la sentenza, che Fse è passata nell’alveo del gruppo Fs, su cui per la Corte dei Conti non ha giurisdizione.

Leggi l'articolo completo acquistando l'edizione digitale

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione