Cerca

Mercoledì 16 Agosto 2017 | 23:50

Oggi a Latiano il rettore del Politecnico

La città riprogettata dai giovani
Esperimento unico in Puglia

La città riprogettata dai giovaniEsperimento unico in Puglia

LATIANO - «Nuovi talenti per l’innovazione urbana. La “Smart city” progettata dai giovani». Un esperimento didattico, in collaborazione col Politecnico di Bari.

Sarà presentato oggi (alle 17 nella Sala Flora di Palazzo Imperiali) - alla presenza del rettore del Politecnico di Bari prof. ing. Eugenio Di Sciascio, della professoressa Loredana Ficarelli, prorettore, del presidente di Federalberghi Brindisi, Pierangelo Argentieri, del sindaco di Latiano, Mino Maiorano insieme a tutti i consiglieri comunali, alle autorità - il «Laboratorio didattico Urbano» che vedrà protagonisti 20 studenti del Politecnico di Bari ospitati a Latiano a cura della Associazione «L'Isola che non c'è» e Federalberghi-Brindisi in collaborazione con il Comune di Latiano nel periodo dal 3 al 14 Luglio prossimo.

«Un fatto senza precedenti - spiega Marisa Caroli della Associazione culturale "L'Isola che non c'è" -, a cui si deve l'idea stessa dell'iniziativa, è il coinvolgimento della comunità cittadina. Molti operatori commerciali, piccole attività, ristoranti, strutture alberghiere, aziende di vigilanza e della logistica, ma anche bar e pizzerie si sono detti disponibili a fare la loro parte per questo evento che potrebbe aprire scenari futuri nel sistema dei rapporti tra Università ed enti locali nel campo della progettazione urbana».

Partendo da un’approfondita analisi del rapporto tra architettura, città e paesaggio, dei caratteri morfologici, considerati nelle successive stratificazioni, l’obiettivo dell’attività progettuale consisterà nella ridefinizione di nuova immagine urbana, attraverso l’individuazione di strategie integrate di rigenerazione e valorizzazione.

Una serie di eventi accompagnerà la permanenza degli studenti che dovranno realizzare progetti urbani per Latiano.
Il sindaco Maiorano ha assicurato che il centro del paese (piazza Umberto in particolare) sarà debitamente preparata per l'intera durata del workshop e sui palazzi delle istituzioni (Comune e Politecnico) ma anche degli hotel dove alloggeranno gli studenti e lo staff, compariranno i banner dell'iniziativa con il riferimento agli sponsor e ai Comuni coinvolti. Obiettivo infatti di questo esperimento unico nel suo genere in Italia è quello di estendere questa esperienza con sede a Latiano in altre realtà vicine.

Il workshop rappresenta un’occasione di indagine e confronto sulle potenzialità inespresse della città di Latiano, utili a ridisegnare il volto di una città proiettata verso il futuro ma saldamente ancorata alla propria identità e memoria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione