Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 08:38

«l'altro summit»

Deliziate dalle orecchiette
le signore del G7 per Bari vecchia

G7 donne

BARI - Si è consumato tra battute sulle orecchiette e qualche richiesta da parte dei cittadini il 'summit' alternativo delle mogli dei ministri e dei governatori delle banche centrali delle sette potenze economiche mondiali, che questa mattina, nell’ultimo giorno del G7, hanno visitato il borgo antico di Bari.
Accolte dall’abbraccio di una città poco infastidita dai divieti e dalle stringenti misure di sicurezza, le consorti dei 'big' hanno apprezzato «la grande accoglienza di una città davvero stupenda», su cui oggi il sole non si è risparmiato.
La più fotografata tra i vicoli di Bari vecchia è stata la moglie di Mario Draghi, Serena, alla quale una signora ha chiesto di «portare un po' di lavoro per i nostri ragazzi disoccupati». «Questo», ha replicato la moglie del governatore della Bce, «non è solo un problema di Bari».

La delegazione delle consorti, guidata dal sindaco Antonio Decaro, è stata particolarmente colpita dalla velocità e dalla maestria con cui le signore del borgo antico preparano a mano, e in strada, le orecchiette baresi. Proprio sulla maniera migliore di cucinarle con le cime di rapa, nella perfetta tradizione locale, si sono confrontate la moglie del ministro dell’Economia, Maria Grazia Padoan, e la signora Draghi. Quest’ultima credeva si dovessero cuocere nell’acqua delle rape, mentre la signora Padoan l’ha contraddetta. «Che ne sai - ha detto sorridendo, fingendosi stizzita la moglie di Draghi - non sei mica barese».

Intanto, nella stradina che porta dalla Cattedrale alla Basilica di San Nicola, il patrono della città, alcune signore baresi sono state sorprese dalla visita della delegazione, e si sono rammaricate per «non aver spazzato meglio davanti» alla propria abitazione; o «per non avere indossato, proprio oggi, l'abito nuovo comprato da poco».
Largo Albicocca, la 'piazza degli innamoratì, e lo storico 'Marinaridd’, dove da 150 anni si vendono dolciumi, sono state le altre tappe della visita in cui Decaro ha approfittato per ringraziare di persona i baresi: «Avete sopportato disagi ma siete stati bravissimi - ha detto loro - abbiamo fatto bella figura in tutto il mondo».
Intanto, poco distante, un gruppetto di persone intento in strada a giocare a carte e bere birra attirava l’attenzione: «Il vero G7 siamo noi», dicevano ad alta voce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione