Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 08:36

Taranto

Ilva, carenze igieniche
l'Asl sospende 14 punti
di distribuzione pasti

Ilva a Taranto

Lo stabilimento Ilva

TARANTO - La sospensione immediata del servizio di distribuzione dei pasti aziendali in 14 punti di refezione dislocati nell’interno dello stabilimento Ilva di Taranto è stata disposta per «gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali» dal direttore del Servizio Igiene Alimenti Nutrizione dell’Asl, Armando Durante.

Il provvedimento urgente scaturisce da verifiche eseguite dai tecnici del Dipartimento di Prevenzione, congiuntamente ai carabinieri del Nas, che hanno evidenziato carenze «tali da non garantire - è detto in una nota dell’Azienda sanitaria locale - le qualità necessarie per la prosecuzione del servizio pasti».

E' stato inibito inoltre l’uso degli stessi punti refezione fino al ripristino dei requisiti di igiene. Infine, sono stati disposti provvedimenti di diffida per lievi carenze igienico -sanitarie relativamente alle mense Ilva Officine Generali e Ilva Acciaierie.

In seguito alle verifiche effettuate dalla ASL, l'Ilva si è immediatamente attivata per «ripristinare nel minor tempo possibile le originarie condizioni all’interno dei piccoli locali adibiti a refettorio dove alcuni operai consumano il pasto». Lo afferma l’azienda. «La società prevede che i locali oggetto già da qualche giorno di costanti interventi di manutenzione - continua la nota dell’azienda - saranno nuovamente operativi e accessibili ai lavoratori a partire dall’inizio della prossima settimana dopo che la ASL avrà fatto le verifiche. Le mense centrali dello stabilimento, dove consumano il pasto la maggior parte dei lavoratori - anch’esse soggette al controllo - rimangono operative e a disposizione degli operai».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione