Cerca

Sabato 25 Novembre 2017 | 04:57

richiesta di costituzione parte civile

Appalti parcheggi a Bari
Degennaro chiede i danni
ai funzionari del Comune

Appalti parcheggi truccati«Prescritti 9 reati su 23»

BARI - Dopo aver patteggiato una sanzione pecuniaria di circa 100mila euro, le tre società del gruppo Degennaro, titolari dei due parcheggi interrati di piazza Cesare Battisti e piazza Giulio Cesare e del centro direzionale del quartiere san Paolo di Bari, vogliono chiedere i danni ai funzionari del Comune del capoluogo pugliese.

Le società Gestipark Battisti, Giulio Cesare e Area Bersaglio - che nei mesi scorsi hanno patteggiato per gli illeciti amministrativi relativi a presunte truffe e corruzioni - chiedono adesso di costituirsi parte civile nel processo in corso a Bari su presunti appalti truccati per la realizzazione di quelle opere. Nel processo sono imputate 23 persone, accusate a vario titolo di associazione per delinquere, corruzione, falso materiale e ideologico, truffa e frode in pubbliche forniture. Tra queste ci sono i costruttori baresi Daniele Giulio, Gerardo e Vito Michele Giacomo Degennaro, all’epoca amministratori della Dec Spa e Giovanni Degennaro, presidente del Consorzio Sviluppo e Costruzioni. Saranno processati per gli stessi reati anche l'allora dirigente del settore Urbanistica del Comune di Bari, Vito Nitti e i direttori dei cantieri, tra i quali il dipendente Dec Raffaele Contessa. nei confronti dei dipendenti pubblici si sono costituite le tre società.

Secondo la Procura di Bari, esisteva un vero e proprio 'sistema Degennarò che tra il 2004 e il 2007 avrebbe pilotato gli appalti. L’indagine nel marzo 2012 portò all’arresto di sette indagati, tra cui i fratelli Daniele e Gerardo Degennaro. Si tornerà in aula il prossimo 20 giugno. In quella data il Tribunale deciderà se accogliere la richiesta di costituzione delle società, rappresentate dagli avvocati Domenico Di Terlizzi e Gaetano Castellaneta. Nel processo sono già costituite come parti civili il Comune di Bari e la Regione Puglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione