Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 07:33

Da sabato in edicola con la «Gazzetta»

Un fumetto d'autore
sui 62 marinai a Myra

Un fumetto d'autore  sui 62 marinai a Myra

È in edicola da sabato 6 maggio il secondo volume dal titolo Opera al Bianco, San Nicola da Myra a Bari della collana «Midi - Fumetti per il Sud» realizzata dalla «Gazzetta del Mezzogiorno» in occasione del 130.mo anniversario della testata, in collaborazione con la Hazard Edizioni, casa editrice specializzata nel Fumetto d’Autore. La collana, composta da 12 volumi in uscita con cadenza mensile in tutte le edicole della Puglia e Basilicata, affronta temi sociali, fatti storici, personaggi, miti, luoghi, leggende e tradizioni della nostra Terra, sotto forma di graphic novel inediti, scritti e disegnati da giovani autori emergenti. L’utilizzo del graphic novel, strumento sempre più in uso ed apprezzato nella comunicazione contemporanea, consente di approfondire temi importanti in modo immediato ed accessibile.

Opera al Bianco, San Nicola da Myra a Bari racconta in modo avventuroso, ma attenendosi rigorosamente ai fatti realmente accaduti, come un gruppo di marinai baresi abbiano trafugato da Myra le reliquie di San Nicola per portarle a Bari. La prefazione del volume è scritta da Padre Ciro Capotosto OP, Rettore della Basilica Pontificia di San Nicola in Bari.

La traslatio delle spoglie e delle reliquie dei santi dall’Asia Minore, oltre alle ragioni più intime ed esoteriche, fu un tipo d’impresa nel quale si strinsero i giochi tra le prerogative secolari della Chiesa e l’affermarsi delle Città italiane. Attorno a esso, si delinea un immaginario eroico, caratteristico e molto influente nei decenni che precedettero la Prima crociata. Ma i sessantadue baresi che nel 1087 si spinsero nell’audace missione non immaginavano certo di arrivare a tanto: insieme ad alcune pergamene nascoste con la salma, esse furono la chiave per la riconciliazione delle Chiese nella complicata situazione post scismatica – e quando ancora dovevano ancora portare a termine la missione e affrontare il tormentato viaggio di ritorno, a Bari, l’abate e poi vescovo Elia intraprende con grande consapevolezza e cura l’avvio dei lavori di costruzione di una basilica sul modello della geometria sacra del Tempio di Salomone per accoglierle. Questo luogo sarà il centro del nuovo ecumenismo, Elia sarà ricordato come grande maestro e Bari è meta di pellegrinaggio universale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Luciaiaiaho

    12 Maggio 2017 - 09:09

    Come si ottiene? Si trova su Amazon?

    Rispondi

Altri articoli dalla sezione