Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 10:34

a Giuseppe de Tomaso

Molfetta, premio Azzarita
al direttore della Gazzetta

Molfetta, premio Azzarita al direttore della Gazzetta

Lucrezia D’Ambrosio

È stato assegnato a Giuseppe De Tomaso, direttore responsabile de La Gazzetta del Mezzogiorno, il «Premio Azzarita 2017». La cerimonia di consegna dell’ambito riconoscimento è stata ospitata dall’Auditorium Salvucci del Museo Diocesano di Molfetta. «Il giornale deve essere una sorta del sindacato del territorio», ha sottolineato De Tomaso ricevendo il premio, ed ha ricordato poi le numerose «battaglie» condotte dalla Gazzetta in 130 anni di vita, sempre dalla parte dei cittadini e delle esigenze del territorio. Una su tutte: la campagna per il raddoppio della binario unico Termoli-Lesina e per l’alta velocità nel Mezzogiorno, in particolare sulla dorsale adriatica. Una condizione di arretratezza insostenibile.

«La Gazzetta del Mezzogiorno – ha precisato, nel suo intervento, Giuseppe Pansini, presidente del Centro studi Azzarita, che da quattordici anni organizza l’iniziativa - è stato sempre il quotidiano che ha dato grande visibilità alla città di Molfetta. Già Leonardo Azzarita, era stato direttore del Corriere delle Puglie poi fusosi per dare vita alla attuale Gazzetta del Mezzogiorno ed aveva contribuito non poco – ha continuato - allo sviluppo ed alla diffusione del nostro quotidiano pugliese. Giuseppe De Tomaso, direttore dal 2008 ha dato visibilità e ampliato l’offerta informativa del quotidiano pugliese, distinguendosi come opinionista in tanti editoriali e contribuendo alla discussione e al miglioramento dell’informazione in Puglia». E ancora: «Professionista serio e preparato De Tomaso – ha concluso Pansini - ha ereditato un quotidiano che come tutta la carta stampata ha dovuto fare i conti con il web, mantenendo alto il profilo del quotidiano».

Presenti alla cerimonia, tra gli altri, Valentino Losito, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Puglia, il Generale Ferdinando Giancotti, comandante delle scuole dell’Aereonatica Militare di Bari della terza regione aerea, gli ex premiati il colonnello Vitantonio Laricchia e la scrittrice Maria Giuseppina Pagnotta, autorità civili e militari, rappresentanti delle istituzioni e del mondo dell’associazionismo.

Nel corso della serata, il premio Azzarita per il sociale è stato assegnato al vigile del fuoco Ottavio Trerotoli, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Bari che, in seguito all’incidente ferroviario del luglio 2016, salvò il piccolo Samuele nel corso delle operazioni di soccorso; per la sezione Istituzioni al Generale di brigata aerea Vitantonio Cormio dell’Aereonautica militare, comandante delle scuole in Puglia e vice comandante della terza regione aerea di Bari. Premio sezione cultura alla dottoressa Pina Catino, fotoreporter free lance, artista, ricercatrice storica e presidente del Club Unesco di Bisceglie.

A tutti i premiati sono state consegnate targhe ed opere d’arte con il contributo di Avangart, Vito Gianfreda, Carmen Perilla. La serata è stata allietata dai musicisti dell’associazione culturale musicale S. Cecilia-Città di Molfetta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione