Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 17:16

lettera appello

Sindaco Taranto: «musicale»
Paisiello rischia chiusura

Sindaco Taranto: «musicale» Paisiello rischia chiusura

TARANTO - «Se la statizzazione dovesse mancare o anche solo ritardare, Taranto perderebbe un patrimonio inestimabile, con pesantissimi riflessi in negativo sul tessuto urbano. Anche il tanto acclamato Piano di recupero della storica Città Vecchia vedrebbe segnata la sua fine anticipata».

Lo scrive il sindaco di Taranto, Ippazio Stefano, in una lettera-appello, riferita alla situazione dell’istituto musicale Paisiello, inviata al presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, al Ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, e al presidente del Senato Pietro Grasso.

«Oggi il Paisiello - aggiunge il sindaco - rischia seriamente di cessare l’attività a fine anno accademico, con incalcolabile danno per centinaia di studenti frequentanti, molti dei quali provenienti da province limitrofe e persino dalla Cina, se entro quella data il Mef non avrà dato l’ok alla copertura finanziaria del disegno di legge pendente in Senato, portante il n.322, avente ad oggetto proprio la 'statizzazionè degli istituti musicali pareggiati».

Stefano, a nome «degli studenti, delle loro famiglie, dei docenti, dei cittadini della Città Vecchia e della Città Nuova di Taranto, della sua classe dirigente politica, sociale ed economica» rivolge «un accorato appello» ai destinatari della missiva «affinché si adoperino, con sapiente sinergia e generosa sollecitudine, per assicurare la più rapida definizione dell’iter parlamentale del disegno di legge», possibilmente «prima della pausa estiva, in modo da consentire il regolare svolgimento di questo essenziale servizio pubblico, già dal prossimo anno accademico».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione