Cerca

Venerdì 25 Maggio 2018 | 03:31

Crac del gruppo

Ilva, Adriano Riva rinuncia
a prescrizione per patteggiare

MILANO - Adriano Riva, fratello di Emilio (l'ex patron dell’Ilva di Taranto morto tre anni fa), accusato di bancarotta, truffa allo Stato e trasferimento fittizio di valori, nel procedimento sul crac del gruppo che controllava il colosso siderurgico, ha deciso di rinunciare alla prescrizione che sarebbe scattata a fine mese per l’imputazione di trasferimento fittizio nell’ambito di una nuova istanza di patteggiamento presentata oggi al gup di Milano Chiara Valori.

Davanti al gup punteranno a patteggiare anche Fabio e Nicola Riva (non hanno presentato istanze), dopo che lo scorso 14 febbraio un altro gup ha respinto i patteggiamenti per i tre indagati. Il gup Valori ha rinviato l’udienza al prossimo 17 maggio in attesa della decisione della Royal Court del Jersey sullo svincolo di 1,3 miliardi di euro, custoditi in 7 trust e sequestrati nell’inchiesta. Cifra che i Riva vorrebbero mettere sul piatto per i patteggiamenti. Sul rientro in Italia di quei soldi destinati alla bonifica dello stabilimento Ilva dovrà poi esprimersi il Tribunale di Losanna il 31 maggio.

Lo scorso 14 febbraio, infatti, il gip Maria Vicidomini (e non il gup come scritto in precedenza) in fase di indagini aveva respinto le richieste di patteggiamento dei tre indagati, che avevano avuto l’ok dei pm, ritenendo l’entità delle pene troppo bassa. Lo stesso giudice, tra l’altro, nel provvedimento aveva bocciato anche l’intesa con cui i Riva, lo scorso dicembre, hanno dato l’assenso a far rientrare in Italia 1,33 miliardi di euro per metterli a disposizione della bonifica ambientale dello stabilimento tarantino proprio in vista dei patteggiamenti in sede penale.

I pm Stefano Civardi e Mauro Clerici, a quel punto, hanno chiuso le indagini e il 3 marzo scorso hanno inoltrato al gup la richiesta di rinvio a giudizio. Ora in udienza preliminare i difensori potranno provare ancora a far patteggiare i loro assistiti e oggi, infatti, i legali di Adriano Riva hanno depositato una nuova richiesta al gup (che ha avuto l’ok della Procura) a condizioni più gravose della precedente, tra cui appunto la rinuncia alla prescrizione che sarebbe scattata a breve per uno dei tre reati che gli vengono contestati.

E’ probabile poi che, se nel frattempo il 12 maggio prossimo il Jersey sbloccherà i fondi, anche gli altri due indagati si presenteranno in udienza il 17 maggio con nuove istanze di patteggiamento. Dalla decisione del Jersey, infine, dipende anche quella del Tribunale svizzero che dovrebbe dare il via libera al rientro dei soldi in Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Uccisero pregiudicato confermata condanna a due fratelli

Uccisero pregiudicato confermata condanna a due fratelli

 
pub Molly Malone a lecce

Tenta di appiccare il fuoco a pub a Lecce: arrestato

 
rapina a matera

A Matera rapina in una gioielleria del centro

 
rifiuti roma

I rifiuti di Roma saranno portati nel Salento e a Foggia

 
Francesco Laporta

Golf e solidarietà «18 buche per la vita» a Barialto

 
ulivi

Niente xyllela ad Alberobello e Massafra, fuori dall'area di contagio

 
Rinviato al 3 giugno avvio play-off per il Bari

Rinviato al 3 giugno avvio play-off per il Bari

 
«Imprenditore digitale» vendeva droga su Instagram

«Imprenditore digitale» vendeva droga con Instagram

 

MEDIAGALLERY

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

 
Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

 
Blitz a Taranto contro gang di narco rapinatori: «Te lo vuoi fare il dottore?»

Blitz a Taranto, le intercettazioni: «Te lo vuoi fare il dottore?»

 
Rapinatori cantanti incastratida un video su You Tube

Rapinatori cantanti incastrati
da un video su You Tube

 
Emergenza cinghiali a Bari22 catturati e trasferiti in riserva

Emergenza cinghiali a Bari
22 catturati e trasferiti in riserva

 
Restart, così i piatti del futuro di Ladisa  a Bari

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

 
In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

 
Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

 
Molestie su minorenni, polizia arresta 51enne

Molestie su ragazzine, polizia arresta 51enne VIDEO

 

LAGAZZETTA.TV

Economia TV
L'idroscalo di Milano si rifa' il look, stop ad alghe e cura del verde

L'idroscalo di Milano si rifa' il look, stop ad alghe e cura del verde

 
Italia TV
In Italia 118mila persone con sclerosi multipla

In Italia 118mila persone con sclerosi multipla

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Mondo TV
Trump ha scritto a Kim per cancellare il vertice

Trump ha scritto a Kim per cancellare il vertice

 
Sport TV
Vittoria Trump, basta giocatori in ginocchio a inno

Vittoria Trump, basta giocatori in ginocchio a inno

 
Meteo TV
Previsioni meteo del weekend

Previsioni meteo del weekend

 
Spettacolo TV
I sogni che nascono in Armenia

I sogni che nascono in Armenia

 
Calcio TV
Finito incontro, Ancelotti lascia sede Filmauro

Finito incontro, Ancelotti lascia sede Filmauro